Cronaca
stampa

Marco di Rovereto: cimitero profanato

Il parroco: "gesti che lasciano sconcerto perchè colpiscono nel profondo dei sentimenti"

Marco di Rovereto: cimitero profanato

Un gesto grave, di grande inciviltà a Marco di Rovereto. Il cimitero del sobborgo è stato preso di mira da un gruppo di malviventi che nella notte tra mercoledì e ieri ha saccheggiato una trentina di tombe, portando via tutto ciò che era in rame, ottone e bronzo.  

Sono sparite statue, decorazioni, portavasi e portalumi. Danneggiate le lapidi. Non una bravata ma un vero e proprio furto che, se lascia danni di pochi euro per ogni lapide, porta davvero sconcerto e colpisce nei sentimenti più profondi.   Non sarà facile risalire agli autori, non ci sono testimoni e l'area non è coperta da impianti di videosorveglianza.   

Don Ruggero Delaiti, parroco di Marco di Rovereto (ascolta qui sotto)

Ascolta l'audio

Marco di Rovereto: cimitero profanato
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento