Cronaca
stampa

La polizia ha portato alla luce un vasto traffico di droga tra Trento, Verona, Vicenza e Ferrara

Trento, operazione antidroga

La Polizia di Stato di Trento ha arrestato 13 richiedenti asilo centroafricani e un cittadino italiano responsabili di traffico di sostanze stupefacenti. L’operazione è stata coordinata dalla Squadra Mobile di Trento, diretta dal Vice Questore Salvatore Ascione.

Parole chiave: polizia (42), droga (50)
Una fase delle operazioni antidroga. Foto Zotta

La Polizia di Stato di Trento ha arrestato 13 richiedenti asilo centroafricani e un cittadino italiano responsabili di traffico di sostanze stupefacenti. L’operazione è stata coordinata dalla Squadra Mobile di Trento, diretta dal Vice Questore Salvatore Ascione.

Sono 43 i provvedimenti cautelari emessi e 11 le perquisizioni svolte nei confronti di cittadini nigeriani e italiani su richiesta del pm Davide Ognibene.

La polizia ha portato alla luce un vasto traffico di droga tra Trento, Verona, Vicenza e Ferrara, gestito da un'organizzazione criminale, i cui appartenenti erano giunti in Italia come richiedenti asilo. Sono stati sequestrati circa 7 chili di marijuana, 600 grammi di eroina, diverse decine di grammi tra cocaina ed hashish e circa 1 litro di metadone, nonché diverse migliaia di euro.

"Abbiamo voluto colpire i canali di rifornimento della droga in città - osserva il Questore Massimo D’Ambrosio -. Non si risolverebbe il problema facendo si che gli spacciatori si spostino, poiché disturbati, in altre zone. E abbiamo anche voluto togliere dal circuito quei pochi che altrimenti creerebbero danno alle numerosissime brave persone che richiedono correttamente l’asilo”.

Trento, operazione antidroga
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento