La ferocia e le brutalità della guerra hanno precipitato Aleppo in un girone infernale. La testimonianza del salesiano don Luciano Buratti.

Di fronte a rigurgiti di razzismo, torna utile la lettura di un libro uscito recentemente titolato “Il rinoceronte d’oro. Storie dal Medioevo africano”.

Tre cargo aerei dell’Unicef hanno consegnato nello Yemen 36 tonnellate di aiuti umanitari per intensificare la risposta alla peggiore epidemia di colera al mondo.

E’ un piano inclinato pericolosissimo quello in cui si trova la nazione e il popolo venezuelano in queste settimane. Da un momento all’altro la situazione potrebbe assumere connotati imprevedibili con un avvitamento regressivo dei rapporti sociali, fino alla guerra civile.

Nelle Filippine – questo immenso, sterminato arcipelago dalle tantissime isole - si va dissolvendo ogni parvenza di stato di diritto. Il presidente Rodrigo Duterte, eletto a furor di popolo, sta mettendo a ferro e fuoco ogni angolo del paese. In nome della lotta alla criminalità.

Liu Xiaobo, il poeta dissidente cinese imprigionato per le sue idee dalla dittatura di Pechino, è morto dopo una lunga malattia. Era stato liberato dal carcere appena due settimane prima della fine.

Il Consiglio europeo approva un’intesa sulla difesa comune, ma si tratta di sovvenzioni all’industria delle armi. Ma 120 mila cittadini europei hanno detto con chiarezza: “Ue, non investire in armi!”.

Francesco Vignarca, coordinatore nazionale della Rete Italiana per il Disarmo, analizza la situazione degli investimenti in armamenti a livello internazionale. E rinnova la denuncia per l’export di armi dall’Italia a Paesi in conflitto. Come lo Yemen.