Dalla terra al piatto

stampa

Nello scorso numero di questa rubrica ho approfondito il tema della panificazione tra le mura domestiche. Questa settimana vorrei invece cercare di fare chiarezza sul lievito, e in particolare sulla pasta madre, un ingrediente talmente antico da accompagnare l'uomo fin dagli albori della civiltà.

Un panetto di burro genera molto spesso suggestioni contrastanti non solo tra gli ospiti dello stesso tavolo, ma anche nella coscienza gastronomica di ognuno di noi: irresistibile golosità, colesterolo, calorie, profumo, salute, tradizione, montagna...

Muffin, macaron, madeleine ma anche crepes, marshmallow e ciambelle fritte sono alcune delle ricette che è possibile realizzare senza più utilizzare uova: un'ottima notizia per chi è intollerante all'uovo, per chi ha scelto una dieta vegana o per chi decide di alleggerire i propri piatti.

Molto deve essere fatto anche tra le mura domestiche dove l'80% degli alimenti che viene buttato nella spazzatura è ancora commestibile, come ha dimostrato una ricerca condotta sulle abitudini di 400 famiglie italiane.

In Trentino si trova il primo allevamento italiano di grilli a scopo alimentare. L'entrata in vigore del Regolamento UE 2015/2283 dà il via libera alla commercializzazione e al consumo di insetti a tavola.

La grappa non è l'unico distillato del Trentino. In Val Rendena si distillano radici di genziana e bacche di ginepro da più di 150 anni e oggi in provincia si producono interessanti etichette di gin.

Affumicare piccole quantità di cibo sul balcone di casa ottenendo risultati discreti è più semplice di quanto in realtà si possa immaginare, senza il bisogno di attrezzature specifiche.

La prima volta che sentii parlare del caffè di Anterivo, circa una decina di anni fa, la mia immaginazione volò lontano e per qualche istante la fantasia mi fece associare questo nome a qualche profumata miscela colombiana, o a un'esotica e verdissima coltivazione dell'Ecuador.

Andare oltre il biologico e il biodinamico è possibile e soprattutto non è una novità: nell'ambiente naturale sono sempre stati disponibili dei cibi selvatici ben noti e consumati dalle generazioni passate.