La figurina di domani

stampa

Giovani sportivi potenziali promesse dello sport trentino. A cura di Michele Cindolo.

Di Meno, a Francoforte, c'è il fiume. Di più, nella città della Germania sud-occidentale che ha ospitato, lo scorso agosto, i Campionati Europei Under 20 di ultimate frisbee, c'erano loro: Arianna e Chiara Calzà. È anche grazie alle due atlete della Polisportiva Oltrefersina

È il giudicariese Luca Loranzi una delle giovani promesse dello sci d'erba non soltanto italiano.

È di Scurelle e si chiama Alberto Lenzi una delle promesse azzurre della MTB.

Valeria Deanesi è la nuova seconda palleggiatrice dello Studio55 ATA Trento, che parteciperà al campionato di Serie B1.

È di Caldonazzo e si chiama Kevin Fantinato una delle giovani promesse italiane delle due ruote.

È una realtà, anziché una promessa, l'esperto pallamanista trentino Alessandro Dallago, neocampione d'Italia con l'SSV Bozen Loacker Volksbank. Classe 1986, Dallago è il terzino sinistro o l'ala della squadra che ha dominato il campionato di Serie A, vincendo anche la Coppa Italia a spese del Pressano.

È la valsuganotta Ludovica Dalsasso una delle giovani racchette più promettenti non solo del panorama regionale.

È fassana di Pozza e si chiama Caterina Carpano una delle promesse dello snowboard non soltanto nazionale. Classe 1998 (ha compiuto 17 anni lo scorso 19 marzo), portacolori dello Ski Team Fassa, Carpano ha festeggiato il compleanno salendo sul primo e terzo gradino del podio nella due giorni FIS di boardercross all'Alpe Lusia, valida anche per la Coppa Italia.

Si chiama Monica Cappelletti una delle promesse provinciali del tennis italiano. Classe 1999 (ha compiuto 16 anni lo scorso 7 gennaio), portacolori del CT Trento, Cappelletti è reduce dal Trofeo Bonfiglio, uno dei tornei più importanti a livello mondiale juniores

È il roveretano Bruno Martini una dei windsurfer più talentosi e promettenti non solo a livello nazionale. Classe 1993 (compirà 22 anni il prossimo 12 agosto), portacolori del Circolo Surf Torbole, Martini ha vinto recentemente sul lago di casa il 20° Trofeo Neirotti, prima tappa dell'Italian Slalom Tour 2015 e sua prima gara stagionale.

È di Masi di Cavalese e si chiama Ilenia Defrancesco una delle promesse dello sci nordico nazionale. Classe 1996 (ha compiuto 19 anni lo scorso 12 febbraio), portacolori dell'U.S.D. Cermis, Defrancesco ha vinto, in coppia con Caterina Ganz, il titolo italiano juniores nella Team Sprint e la medaglia di bronzo nell'Individuale a tecnica classica

È il lagarino Riccardo Lucca una delle promesse italiane delle due ruote. Classe 1997 (ha compiuto la maggiore età lo scorso 24 febbraio), portacolori dell'US Ausonia CSI Pescantina, Lucca è reduce dalla convocazione in azzurro per la Corsa della Pace, uno degli appuntamenti più prestigiosi del calendario internazionale Juniores.

È di Carisolo e si chiama Martina Brunello una delle calciatrici più interessanti non soltanto della regione. Classe 1997 (ha compiuto 18 anni lo scorso 15 aprile), Brunello è un'attaccante del C.F. Südtirol Damen di Bolzano, che ha “ubriacato” i difensori (memorabile la rete segnata in trasferta all'Inter trenta secondi dopo il suo ingresso in campo)

È di Sopramonte e si chiama Fabio Depaoli una delle promesse trentine del calcio italiano. Classe 1997 (compirà 18 anni il prossimo 24 aprile), “Depa” è un centrocampista del ChievoVerona Primavera, una delle colonne della squadra insieme al difensore Michelangelo Bertoldi e all'attaccante Arthur Kevin Yamga.

È il predazzano Matteo Ferrari una delle promesse dello sci di fondo azzurro. Classe 2001 (ha compiuto 14 anni lo scorso 30 gennaio), portacolori dell'U.S. Dolomitica, Ferrari ha conquistato la medaglia d'oro nella gimkana sprint e nella 5 km a tecnica classica agli ultimi Campionati Italiani Ragazzi

È noneso di Vervò e si chiama Fabio Marinelli una delle promesse azzurre del football americano.