Letto per voi

stampa

Un romanzo diverso dai tanti per ragazzi spesso pieni di personaggi complessi e morali confuse: una buona storia sull'importanza di stare dalla parte giusta, quella della natura, e di combattere la giusta battaglia per la difesa delle relazioni umane e la salvaguardia del nostro pianeta.

Un libro perfetto nella grafica e nel testo. Una classica storia di formazione piena di paura, dolore, incapacità eppure pervasa di speranza.

Due romanzi per lettori che sanno apprezzare storie dove sentimenti, percezioni, emozioni e analisi psicologica dei personaggi hanno più spazio e peso rispetto all'azione.

Con parole semplici e una sintassi lineare, la storia racconta delle ferite e dei segni che la guerra lascia sugli uomini.

Un libro semplice ma di qualità, sia nella storia spensierata e divertente, sia nel modo in cui la racconta.

Nora, a casa della nonna, non sa che fare. La proposta di uscire in giardino non l'attira, anche se la nonna dice di averci visto, qualche volta, perfino una tigre...

La scrittura di Steinhöfel, ironica e divertente, è scorrevole, facile e coinvolgente. La sincerità è quella di un bambino di 6 anni che vede le cose a modo suo.

Il testo divertente è ben scritto, con frasi semplici e dialoghi vivaci e regge bene il confronto (anche superandoli) con altri volumi simili per questo target di lettori.

Una storia ben scritta che fa riflettere su valori come la libertà, i diritti, l'uguaglianza e l'identità.

Nel suo sviluppo narrativo lineare e scorrevole, con testo e illustrazioni veramente a misura di bambino, vengono affrontati, in maniera mai esplicita, temi come l'opposizione realtà e fantasia, l'abbandono, la sorpresa, il coraggio, la forza di reagire difronte alle difficoltà della vita…

Due albi, in un certo senso complementari, che, in un crescendo quasi surreale di situazioni e grida, mettono a nudo il pensiero preconcetto di chi non accetta il diverso.