Letto per voi

stampa

Un libro semplice ma di qualità, sia nella storia spensierata e divertente, sia nel modo in cui la racconta.

Nora, a casa della nonna, non sa che fare. La proposta di uscire in giardino non l'attira, anche se la nonna dice di averci visto, qualche volta, perfino una tigre...

La scrittura di Steinhöfel, ironica e divertente, è scorrevole, facile e coinvolgente. La sincerità è quella di un bambino di 6 anni che vede le cose a modo suo.

Il testo divertente è ben scritto, con frasi semplici e dialoghi vivaci e regge bene il confronto (anche superandoli) con altri volumi simili per questo target di lettori.

Una storia ben scritta che fa riflettere su valori come la libertà, i diritti, l'uguaglianza e l'identità.

Nel suo sviluppo narrativo lineare e scorrevole, con testo e illustrazioni veramente a misura di bambino, vengono affrontati, in maniera mai esplicita, temi come l'opposizione realtà e fantasia, l'abbandono, la sorpresa, il coraggio, la forza di reagire difronte alle difficoltà della vita…

Due albi, in un certo senso complementari, che, in un crescendo quasi surreale di situazioni e grida, mettono a nudo il pensiero preconcetto di chi non accetta il diverso.

Un volume di agile consultazione, pensato per un pubblico di ragazzini, ma adatto anche ai grandi, per trovare risposte scientificamente corrette per sé e per darle anche ai più piccoli.

Un libro interessante che, per la sua freschezza ed originalità, merita di essere sullo scaffale dei giovani lettori amanti della natura.

Una storia corale di tirannia ed eroismo, in cui il bosco con le sue creature si può leggere come metafora del mondo degli uomini.

La nuova storia che Benjamin Chaud ci racconta è una storia esilarante dal finale romantico e che ha qualcosa da dire tanto ai piccoli quanto ai grandi: tutti, una volta o l'altra si sono sentiti fuori posto.