Scelte di fondo

stampa

Gli studenti di cittadinanza non italiana nelle scuole trentine, nell’anno 2015-16, sono stati 9769 e il dato nazionale riferisce che siamo a quota 815.000. Chi lavora nella scuola deve comprendere quale responsabilità ha per il futuro di questi bambini e ragazzi e del mondo intero.

Non si può maledire il nome della Madre, va riconosciuto e rispettato il nome di ogni mamma.

Due istituzioni chiudono e due riaprono assicurando continuità nella qualità e nella proposta didattica: un Istituto Teologico Affiliato (ITA) e un Istituto Superiore di Scienze Religiose.

Romano Guardini: a questo illustre teologo tedesco è dedicato il nuovo Istituto Superiore di Scienze Religiose della Diocesi di Trento che inizierà la sua attività dal prossimo settembre.

E' passato sulle nostre strade, nei nostri paesi, lungo le nostre valli, Mario Borzaga, che la Chiesa ha riconosciuto come martire e proclamato beato nel dicembre scorso. Il Vescovo Lauro ci chiede oggi di festeggiarlo proprio nei giorni in cui, alla fine di aprile del 1960, su un sentiero nella foresta sulle montagne del nord del Laos ha vissuto la sua Pasqua di passionetract.

E’ possibile pensare di ridimensionare, se non azzerare, questi premi di produttività per rendere la nostra autonomia sobriamente speciale?

Da nove anni ormai “Educa”, il festival che anima Rovereto con laboratori e dibattiti, ci ricorda che educare è un'impresa seria: non si delega e non si improvvisa.

Sergio Mattarella ha potuto affermare senza retorica che “la lotta alle mafie riguarda tutti. Nessuno può dire: non mi interessa. Nessuno può pensare di chiamarsene fuori.

La sua tragica morte a soli 34 anni sul carro bestiame che lo portava a Dachau e la dolcezza del suo animo testimoniata molti anni dopo anche da uno dei suoi aguzzini non devono peraltro offuscare dentro un alone leggendario la concretezza della sua figura: Mayr-Nusser è un figlio del nostro tempo, un laico cristiano vicino a noi, dalle paroli forti e chiare.

Non solo le leggi creano cultura. Anche i pronunciamenti delle Corti di Appello. Quello emesso il 23 febbraio del nostro Tribunale – che ha fatto notizia ormai come “il caso Trento – è destinato ad essere citato (purtroppo) a lungo, come gancio provvisorio in attesa che il Parlamento arrivi a normare in modo compiuto casistiche impensabili fino a poco tempo fa. Vale la pena, dunque, provare a fare chiarezza dieci giorni dopo.

Desistere da un trattamento medico e lasciare che la malattia segua il suo corso, non è lo stesso che aiutare una persona a suicidarsi o darle direttamente la morte.

Quaresima, ora di narrare e riscrivere la celebre parabola di Luca. Tempo di introduzione alla Vita, entrata in una nuova esperienza di Chiesa. Popolo di Dio in cammino. Spinta missionaria.

I giovani del 2017 non si meritano generalizzazioni e pregiudizi. La maggior parte dei ventenni-trentenni italiani, dopo gli anni della crisi, accetta di adattarsi ad un lavoro meno remunerato e anche meno coerente con la propria faticosa carriera di studi.