Salute&benessere

Una malattia in famiglia raccontata dal punto di vista dei piccoli da Ierma Sega nell'albo illustrato “La pazienza dei sassi”.

Aprile è il mese della prevenzione alcologica. Anche quest'anno i Servizi di alcologia dell’Azienda sanitaria provinciale aderiscono alla campagna di promozione della salute «Alcol meno è meglio».

Cosa sono le cure palliative? La maggior parte delle persone le associa al "luogo dove si va a morire", ma si tratta di ben altro e per questo occorre promuovere un'informazione che faciliti il necessario cambiamento culturale rispetto alla mentalità corrente.

Per il Comitato nazionale sono necessarie una seconda sala parto e una sala operatoria sempre pronta per le emergenze. La Giunta provinciale non molla e intende contestare il parere e avviare l’iter per la realizzazione delle modifiche strutturali richieste da Roma. Sindaci di valle arrabbiati e amareggiati. I sindacati: "La priorità è la tutela della donna e del bambino"

Numerose le iniziative anche in Trentino promosse dalla Lilit dal 17 al 25 marzo. Sabato un concerto a Ravina per sostenere l'attività dell'associazione. 

Sabato 10 e domenica 11 marzo torna nelle piazze trentine l’iniziativa dell’Admo “Una colomba per la Vita”, raccolta di fondi per sostenere l'Azienda provinciale per i servizi sanitari nella tipizzazione per incrementare le donazioni di midollo osseo.

Torna la campagna di sensibilizzazione e di raccolta fondi promossa dall'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro in collaborazione con l’Associazione Italiana Centri Giardinaggio

La 4a Giornata trentina delle malattie rare promossa dal Coordinamento malattie rare e dalla Consulta provinciale per la salute quest’anno ha voluto parlare in modo particolare ai giovani.

In Trentino sono circa 4mila i malati. Tra le patologie più frequenti si segnalano quelle di tipo ematologico, oculare, reumatologico, neurologico. Dott. Pedrolli: "Tante malattie rare non hanno una cura, ma è fondamentale l'assistenza e l'accompagnamento dei malati"

Oggi il convegno all’Auditorium dell’ospedale S.Chiara di Trento, organizzato da Almac nell’ambito della giornata di porte aperte nel reparto di Cardiologia. L' infarto è la principale causa di mortalità nei paesi occidentali. Ogni anno nella nostra provincia si verificano circa 300 casi di infarto. Tra i fattori di rischio, cattiva alimentazione, fumo, colesterolo alto, diabete e scarsa attività fisica.

Questa sera e il prossimo venerdì 23 febbraio alle 20.15 all'Oratorio del Duomo si parla della legge, approvata nel dicembre scorso, che introduce “norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”.

Il vescovo Ivo Muser ha celebrato domenica scorsa la Giornata del Malato all’ospedale del capoluogo. “Non vengo con una spiegazione. Non posso spiegare il perché della malattia, del dolore, dell’angoscia, della delusione”.

Venerdì 16 e venerdì 23 febbraio la Consulta diocesana per la Pastorale della Salute propone due serate ad ore 20.15 presso oratorio del Duomo sul tema: “Dottore Posso dire la mia? La nuova legge sulle disposizioni anticipate di trattamento”.