Scuola&Cultura
stampa

Complessi, veloci, fragili: alla Cattedra del confronto le "parole dell'oggi"

Tre appuntamenti (20, 27 marzo e 3 aprile) alla Sala della Cooperazione a Trento alle 20.45. La sociologa Saraceno e il priore di Bose Manicardi aprono i dibattiti che coinvolgono credenti e laici

Complessi, veloci, fragili: alla Cattedra del confronto le "parole dell'oggi"

Siamo complessi, veloci, fragili. Abbiamo paura, ma andiamo di fretta e non ci fermiamo. Parte da questa constatazione la nona edizione della Cattedra del Confronto, percorso di riflessione su questioni cruciali dell’esistenza, organizzato dall'Ufficio diocesano cultura in collaborazione con alcuni professori dell'Università degli Studi di Trento.

Tema di questa edizione: “Le parole dell'oggi: complessità, velocità, fragilità".

Tre incontri per tre lunedì consecutivi, come di consueto alle 20.45, alla Sala della Cooperazione in via Segantini a Trento.

Ad ogni incontro si confronteranno voci provenienti da ambiti diversi, per offrire punti di vista e prospettive che coinvolgano tutti, credenti e non credenti, attraverso il confronto schietto su tematiche di forte impatto esistenziale, sulle quali provare a formulare ipotesi di risposte.

Si parte lunedì 20 con la parola “complessità” affidata alla sociologa Chiara Saraceno e al monaco Luciano Manicardi, neo-priore di Bose.

Lunedì 27 marzo la seconda parola – “velocità” - con il fisico Stefano Fantoni e il monaco benedettino Notker Wolf che cercheranno di indicare una possibile via tra fretta e lentezza.

Concluderanno il percorso il 3 aprile, esplorando il tema “fragilità”,la pedagogista MariaAntonella Galanti e il teologo Ermes Ronchi.

Complessi, veloci, fragili: alla Cattedra del confronto le "parole dell'oggi"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento