Sport
stampa

Con 63 convocati la nostra sarà la Regione più rappresentata

Trentini a cinque cerchi

Dei 121 atleti che parteciperanno ai prossimi Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang, 17 sono dei Comitati trentini FISI e FISG. Sono 17 gli atleti dei Comitati trentini che, dal 9 al 25 febbraio prossimi, parteciperanno ai Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang. Faranno parte della spedizione azzurra (121 convocati, 48 dei quali donne: 89 della FISI e 32 della FISG) più numerosa

Percorsi: corea sud - Olimpiade
Parole chiave: 2018 (30), Olimpiade (9), PyeongChang (2), Corea (13)
Olimpiadi invernali di PyeongChang (Corea del Sud). Foto Sir

Sono 17 gli atleti dei Comitati trentini FISI e FISG che, dal 9 al 25 febbraio, parteciperanno ai Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang. Faranno parte della spedizione azzurra (121 convocati, 48 dei quali donne: 89 della FISI e 32 della FISG) più numerosa di sempre fuori dei confini nazionali, a caccia di un oro che manca da Vancouver 2010.

Il più “anziano” della delegazione è il trentasettenne snowboarder di Funes, Roland Fischnaller, mentre la più giovane è la saltatrice di Vipiteno, ma residente ad Ortisei, Lara Malsiner (classe 2000), non ancora maggiorenne. Portabandiera sarà la pattinatrice valtellinese Arianna Fontana, delle Fiamme Gialle di Predazzo, medaglia su pista corta nelle ultime tre Olimpiadi. Il Trentino-Alto Adige, con 63 concorrenti, si conferma la regione più rappresentata.

I 17 atleti dei Comitati trentini

1 DAVIDE BRESADOLA (salto): nato a Cles nel 1988, ma residente a Cusiano, Bresadola è un atleta dell'Esercito, allenato dal polacco Łukasz Kruczek. Alla terza Olimpiade, gareggerà dal trampolino normal e large hill, sperando di accedere alle serie successive.

2 CHIARA COSTAZZA (sci alpino): nata a Cavalese nel 1984, Costazza è tesserata per le Fiamme oro di Moena e guidata da Luca Liore. Alla quarta Olimpiade consecutiva, la sua specialità è lo slalom. Potrebbe entrare nella top ten, anche se difficilmente salirà sul podio.

3 LUCA DE ALIPRANDINI (sci alpino): nato a Cles nel 1990, ma residente a Tuenno, de Aliprandini fa parte delle Fiamme Gialle ed è allenato da Stefano Costazza. Specialista dello slalom gigante, ha già partecipato a Sochi 2014. Spera di classificarsi nei primi dieci.

4 ILARIA DEBERTOLIS (sci di fondo): nata a Feltre nel 1989, ma primierotta doc, Debertolis è un'atleta delle Fiamme oro, allenata da Giuseppe Chenetti. Specialista della team sprint, della sprint TC, della 10 km TL e della staffetta 4x5 km, è alla seconda Olimpiade. Non farà da comparsa.

5 LUCREZIA FANTELLI (freestyle): nata a Verona nel 1996 ma solandra a tutti gli effetti, Fantelli – tesserata per lo Sporting Campiglio ed allenata da Cesare Pisoni – è specialità dello ski cross. All'esordio ai Giochi, ambisce quantomeno a passare un turno.

6 MIRKO FELICETTI (snowboard): nato a Cavalese nel 1992, ma residente a Someda, Felicetti gareggia per l'US Monti Pallidi. Allenato da Rudy Galli, ha iniziato a “surfare” a 15 anni ed è specialista dello slalom gigante parallelo. Già in pista a Sochi, spera di superare il primo turno.

7 DANIELE FERRAZZA (curling): nato a Trento nel 1993, “Danda” – come lo chiamano gli amici - è il lead della squadra guidata dallo svedese Sören Gran. Tesserato per il Team Trentino Curling di Cembra, gioca dall'età di 10 anni. È al debutto in un'Olimpiade, ma non è affatto spaventato.

8 ANDREA GIOVANNINI (speed skating): nato a Trento nel 1993, Giovannini – già in gara a Sochi 2014 – difende i colori delle Fiamme Gialle ed è allenato da Maurizio Marchetto. Predilige le prove mass start, team pursuit e 5.000 metri, nelle quali anche in Corea del Sud potrà dire la sua.

9 STEFANO GROSS (sci alpino): nato a Bolzano nel 1986, ma residente da anni a Pozza di Fassa, Gross - allenato da Stefano Costazza - è tesserato per le Fiamme Gialle. Specialista dello slalom, ha preso parte a Sochi 2014. Una medaglia è certamente alla sua portata.

10 ALBERTO MAFFEI (snowboard): nato a Tione di Trento nel 1995, Maffei – debuttante ai Giochi - gareggia per lo Snowboard Team Madonna di Campiglio. Guidato da Filippo Kratter, dà il meglio di sé nello slopestyle e nel big air. Coltiva legittime ambizioni.

11 CECILIA MAFFEI (short track): nata a Tione nel 1984, ma residente a Pinzolo, Maffei – atleta delle Fiamme Azzurre, allenata da Kenan Gouadec – è specialista dei 500, 1.000, 1.500 e 3.000 metri staffetta. Alla terza Olimpiade, proprio la staffetta potrebbe regalarle una medaglia.

12 MICHELE MALFATTI (speed skating): nato a Trento nel 1994, Malfatti – sui pattini dall'età di cinque anni – difende i colori dello Sporting Club Pergine. Allenato da Maurizio Marchetto, debutterà ai Giochi con qualche chance nelle prove “distance”.

13 AMOS MOSANER (curling): nato a Trento nel 1995, Mosaner – atleta dell'Aeronautica Militare, tesserato per il Team Trentino – gioca nel ruolo di fourth ed è il più giovane della squadra. Esordiente, ha vinto l'argento nel 2012 ai Giochi Olimpici Giovanili. È in grado di cambiare i match.

14 ANDREA PILZER (curling): nato a Trento nel 1991, il debuttante Pilzer – altro cembrano del Team Trentino – è l'alternate della squadra azzurra. La passione per le stone non gli ha impedito di prendersi la laurea in Ingegneria delle telecomunicazioni. Può “laurearsi” anche in Corea.

15 JOËL THIERRY RETORNAZ (curling): nato a Ginevra nel 1983, Retornaz – a Cembra dall'età di quattro anni – è l'unico superstite della squadra che partecipò ai Giochi di Torino 2006. Attualmente tesserato per lo Sporting Club Pinerolo, il suo ruolo è quello di skip. Molto dipenderà da lui.

16 GIANDOMENICO SALVADORI (sci di fondo): nato a Feltre nel 1992, ma primierotto doc, Salvadori è specialista dello skiathlon e della staffetta 4x10 km. Tesserato per le Fiamme Gialle, è allenato da Giuseppe Chenetti. Parteciperà ai Giochi per la prima volta, ma confida nella 15 km TL.

17 GAIA VUERICH: nata a Cavalese nel 1991, Vuerich – atleta del Centro Sportivo Carabinieri, guidata da Giuseppe Chenetti – è specialista della sprint TC. Alla seconda Olimpiade dopo Sochi 2014, nella quale si classificò settima, questa volta potrebbe conquistare una medaglia.

Trentini a cinque cerchi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento