Valli

Un oratorio sempre più aperto alla comunità: è così che la struttura che accoglie bambini, ragazzi e giovani della parrocchia di Pergine e non solo deve diventare nei progetti dell’associazione NOI Oratori Pergine.

Un forte e deciso “no” alla realizzazione della Valdastico si è levato dalle sponde del lago di Caldonazzo, sabato scorso. A gridarlo più forte che mai sono stati i 300 presenti alla manifestazione organizzata da un coordinamento di associazioni ambientaliste e di società civile che si sono unite nel protestare contro i progetti di completamento verso nord dell'autostrada A31, la tanto dibattuta Valdastico.

“Amore in montagna, ovvero vivere in montagna”. Questo il filo conduttore che legherà gli eventi all'interno del denso programma del 124° Congresso annuale SAT che si terrà in valle del Chiese da giovedì 18 a domenica 21 ottobre: incontri, visite guidate, serate alpinistiche, spettacoli e dibattiti, fino alla giornata conclusiva, con gli appuntamenti di rito e gli ospiti della fase congressuale vera e propria ospitata al centro polifunzionale di Condino.

Fratel Decimo Guarnieri era nato il 31 dicembre 1938. Diceva di non essere un campione nello studio e pertanto il suo obiettivo era di diventare “frate da cerca”, come se ne vedevano un tempo tra i Cappuccini. Frati semplici che andavano di casa in casa a chiedere un po’ di carità, frati molto amati dalla gente.

La Federazione trentina Pro loco e loro Consorzi si trasforma mantenendo fede a quella “strada giusta” imboccata nel volgere di breve tempo. Dotarsi di uno statuto al passo coi tempi è risultato essere di “fondamentale importanza” per una realtà consolidata come quella alle redini di Ivo Povinelli impostasi linee di indirizzo a medio lungo termine e maggiori attenzioni alle incombenze squisitamente burocratiche a tutto vantaggio del volontariato in campo, forte di oltre 40 mila braccia operose.

“Parlare di gentilezza significa certamente parlare di accoglienza nei confronti delle persone che abitano nel proprio quartiere”. Sono queste le parole di Vittoria, una dei volontari della “Settimana della Gentilezza” di Canova di Gardolo che, cominciata lunedì scorso si concluderà domenica 30 settembre.

Succede: luoghi turistici dimenticati dalla cronaca e dalla gente, vengono improvvisamente alla ribalta. Di certo l'estate 2018 ha rilanciato l'alta val dei Laghi.

“Dopo molti viaggi dei nostri generosi volontari in terra di Eritrea - più di 25 anni sono passati dal primo intervento - per una volta le suore cappuccine di madre Francesca Rubatto si trasferiranno in Vallarsa”. A seguito di un percorso abbastanza lungo, infatti, si è concluso l'iter canonico che permette a tre suore cappuccine eritree di stabilirsi nel la canonica di Parrocchia, da qualche tempo chiusa e pressoché inutilizzata.

Con i suoi oltre 80 chilometri, quella della Valsugana è la seconda ciclabile della provincia per lunghezza. Inaugurato un nuovo tratto a Grigno, in futuro il collegamento con Trento

Intensa serata in un incontro-dibattito al teatro di Albiano, giovedì 12 luglio, sul tema “Aiutiamoli a casa loro, ma come?”, organizzato dal CLP (Centro Lavoro Porfido) in collaborazione col Centro missionario e la pastorale migranti di Trento e il Decanato di Pinè-Civezzano.

Cordoglio in tutto il mondo culturale e turistico trentino, non solo roveretano, per la scomparsa a 68 anni, dopo lunga malattia, di Paolo Manfrini, giornalista, animatore culturale e fondatore del Festival Oriente Occidente ma anche di numerose iniziative e manifestazioni culturali fra cui "I suoni delle Dolomiti" e "Se in Trentino d'Estate un Castello".

Il disastroso incidente nella notte tra sabato e domenica nella galleria tra Riva e la val di Ledro, costato la vita ad un ventenne di Riva, Kevin Ventura, e il ferimento di altre sette persone, riaccende il dibattito sulla sicurezza.

Un riflesso della popolarità e dell'affetto che ancora circondano la figura di Alcide De Gasperi arriva dalla provincia di Novara in Piemonte, dove lo statista trentina è stato al centro nei giorni scorsi di un affollato incontro culturale nel Comune di Armeno.

E’ stato un lungo e intenso lavoro di recupero, ma i moenesi hanno raggiunto l’obiettivo: ripristinare il cuore del paese sconvolto dalla bomba d’acqua di martedì 3 luglio. In quattro giorni sono state cancellate le tracce più evidenti dell’esondazione del torrente Costalunga.

Qualche minuto prima delle sei - la notte cedeva il posto ad una domenica radiosa - una sessantina di persone si sono ritrovate alla chiesa di San Rocco, sul poggiolo che da Cembra guarda verso il fondovalle, per rinnovare la traversata annuale verso la Madonna dell'Uva a Piazzo di Segonzano, tanto cara ai loro nonni.

L’anniversario della strage di Stava del 19 luglio 1985 sarà ricordato a Tesero giovedì 19 luglio alle 17.30. Ne parlerà anche la puntata di History Lab del 12 luglio.

Le eccezionali piogge che nel pomeriggio di martedì 3 luglio hanno interessato gran parte del Trentino e, in particolare, l’abitato di Moena, hanno lasciato dietro di sé danni e disagi alla circolazione ma non hanno provocato danni a residenti o alle migliaia di turisti che in questo periodo affollano le valli del nostra provincia. 

Aprire la porta di casa, un’esperienza di bene per tutti: in valle dei Laghi un progetto che tende la mano a minorenni in situazioni di disagio e difficoltà dettate dall’incapacità dei loro genitori di occuparsene autonomamente