Pag 9: Attualità
stampa segnala ad un amico

Nel dibattito sui pro e i contro intervengono anche le Acli trentine. Mentre il Comune di Trento rassicura Nimby: nessun rischio di raddoppio

L'inceneritore in Aula

Trento e l'inceneritore: nel dibattito intervengono anche le Acli trentine. Mentre il Comune di Trento rassicura Nimby: nessun rischio di raddoppio.

Parole chiave: ambiente (985), rifiuti (164), inceneritore (16), Trento (384), raccolta differenziata (63)
Cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti.- aprile 2008

Una pausa di riflessione, una moratoria di alcuni mesi – da dodici a diciotto – nell'iter per la realizzazione dell'inceneritore (o termovalorizzatore che dir si voglia) previsto nella zona di Ischia Podetti, in attesa che la Provincia vari il quarto aggiornamento del piano provinciale dei rifiuti. E' questa la richiesta espressa dalle minoranze nell'ordine del giorno che il consiglio comunale di Trento è chiamato a discutere giovedì 15 ottobre. Il sindaco Alessandro Andreatta è contrario a procrastinare il bando di gara, ma nella maggioranza che lo sostiene si registra qualche distinguo: Verdi, Leali e Italia dei Valori si mantengono sulle loro posizioni, preferendo una ulteriore valutazione anche di possibili alternative.

Indicazioni di segno opposto vengono dalle circoscrizioni, chiamate ad esprimere un parere (non vincolante) in merito. Dopo il “no” della circoscrizione del Bondone alla realizzazione dell'inceneritore, accompagnato dall'invito a prendere in considerazione altri sistemi di smaltimento privilegiando la raccolta differenziata, e l'analoga presa di posizione della circoscrizione S. Giuseppe – S. Chiara, parere positivo è venuto dalla circoscrizione Centro storico Piedicastello.

Nel dibattito si registra anche la posizione delle Acli trentine, preoccupate “per l’emotività con cui si sta trattando il problema dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani”. Il Consiglio provinciale dell'associazione, riunito sabato scorso 10 ottobre, facendo sintesi delle opinioni discusse tra i presidenti dei vari Circoli (– su tutto il territorio provinciale), si è espresso a favore della prosecuzione dell’appalto concorso per la realizzazione dell'opera. Ma è un “sì” condizionato. Per le Acli è importante che attraverso il bando di gara si ricerchi una soluzione tecnologica capace di dare risposta a quattro precise esigenze: la salute dei cittadini, la tutela dell’economia agricola, la tutela dell’economia turistica, l’ottimizzazione dei costi-benefici.

In vista dell'appuntamento nell'Aula consiliare, si è nuovamente fatto sentire il comitato Nimby Trentino, fortemente contrario alla scelta dell'inceneritore. Secondo l'associazione, se è vero che, da tre anni a questa parte, “è stato detto, scritto e ribadito che il dimensionamento dell’inceneritore non dovrà superare le 103.000 tonnellate”, lo studio di fattibilità della Provincia sembra aprire la strada a un dimensionamento potenzialmente maggiore. Come? L’inceneritore, anziché bruciare 103.000 tonnellate l’anno, potrebbe arrivare a bruciarne quasi il doppio (197.500 tonnellate) grazie al conferimento di rifiuti speciali non domestici (da produzioni artigianali, industriali, ecc.). Un tale quantitativo renderebbe più economicamente conveniente la realizzazione, la gestione e la manutenzione dell’inceneritore. Ipotesi fantasiosa e destituita di fondamento, replica a stretto giro di posta l'amministrazione comunale: il fatto che l'inceneritore di Ischia Podetti potrà trattare “anche i rifiuti speciali non pericolosi assimilabili agli urbani” era stato illustrato in conferenza stampa qualche settimana fa ed è spiegato “con dovizia di dati” sia nello studio di fattibilità sia nella sintesi divulgativa, disponibili on line sul sito del Comune, precisa una nota di Palazzo Thun. Ribadendo che la potenzialità massima dell’impianto è rigida (103 mila tonnellate) e che la quota dei rifiuti speciali non pericolosi assimilabili agli urbani potrà crescere “solo se crescerà la raccolta differenziata”.

L'inceneritore in Aula
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento