Pag 4: Attualità
stampa

Un dibattito sui temi dell'interculturalismo oggi

Identità flessibile, non fanatica

Una società plurale, meticcia, si sta costruendo anche in questa nostra “Italietta”, solo che non ce ne rendiamo conto, perché fatichiamo ad elaborare un nostro pensiero che non derivi dal solito “ho letto...”, “ho sentito...”. Facciamo fatica a governare l'incontro tra culture, eppure la cultura è “porosa, permeabile”, accetta gli scambi, lo ha sempre fatto. Un messaggio volto a superare i luoghi comuni quello proposto da Antonio Nanni, dell'Ufficio Studi delle Acli di Roma e condirettore di “Cem Mondialità”, invitato per il secondo incontro di Dialoghi di frontiera 2011, promosso dalla Biblioteca Rosminiana, dall'Università degli Studi di Trento e dal Comune di Rovereto.

Parole chiave: culture (70), convivenza (168), migrazioni (941), società (1202)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito