Pag 31: Giudicarie
stampa segnala ad un amico

Tione – In collaborazione con il Banco Alimentare l'associazione distribuisce pacchi viveri

“Robin Hood” contro la crisi in valle

Da un anno l’associazione “Robin Hood” di Tione cerca di combattere la crisi nelle Giudicarie cominciando dai bisogni più stretti: distribuire pacchi viveri settimanali a quanti ne hanno bisogno.

Parole chiave: pacchi viveri (1), Valli (554), territorio (9404), solidarietà (984), povertà (278), banco alimentare (3)
Tione - I volontari dell'associazione "Robin Hood" - 29/02/2012 -

Usufruiscono del servizio una ventina di famiglie: soprattutto stranieri con molti figli, ma non mancano gli italiani

Da un anno l’associazione “Robin Hood” di Tione cerca di combattere la crisi nelle Giudicarie cominciando dai bisogni più stretti: distribuire pacchi viveri settimanali a quanti ne hanno bisogno.

Robin Hood ha quindi aperto una sorta di banco alimentare, tramite il quale ogni mercoledì e venerdì riesce a donare borse di “fresco” (latte e derivati, confezioni nel banco fresco, pane, verdure, frutta) ad una ventina circa di famiglie, per un totale di 166 persone, di cui 76 bambini.

“Ci rechiamo presso il supermercato Despar di Tione, convenzionato con il Banco Alimentare di Trento, per la raccolta dei generi alimentari in scadenza. – spiega il presidente Adriano Accili – Questi vengono preparati da un operatore del supermercato prima del nostro arrivo, in appositi contenitori, in modo da non spezzare il ciclo del gelo che altrimenti non consentirebbe la loro distribuzione, e distribuiti da noi mezz’ora dopo. Prossimamente Robin Hood riuscirà a collaborare anche con la ricezione di secchi (biscotti, farina, pasta), in modo da rendere la “busta della spesa” dei beneficiari più equilibrata e sana”. Il Banco Alimentare fornisce inoltre a Robin Hood anche altra merce (dallo scatolame alla frutta e alla verdura, per un quantitativo che si avvicina ai 1000kg) che integra le varie distribuzioni.

Per quanto riguarda le categorie di persone che hanno bisogno di viveri “Robin Hood” annota che si tratta soprattutto famiglie di stranieri con molti figli, ma stanno arrivando anche italiani, soprattutto single e coppie trentenni senza lavoro. L’associazione ha un database per distribuire i viveri in base ai componenti della famiglia, facendo riferimento all'età dei minori e alle persone anziane presenti.

Usufruiscono del servizio famiglie di Tione, ma anche della Val Rendena e del Bleggio esteriore, nonché della Valle del Chiese. “La crisi si sente e sta incalzando anche in posti che fino a poco tempo fa erano un paradiso terrestre come le Giudicarie – afferma Adriano Accili – Anche se chi è nato qui non sempre sembra notare il problema”.

Operare in questo modo è comunque positivo anche perché - conclude il presidente dell’Associazione Robin Hood - l’aumento a livello di sufficienza del tenore di vita di una fascia della popolazione aiuta l’integrazione della stessa all’interno della comunità, mentre il “riciclo” di prodotti alimentari consente la riduzione dello spreco in termini sia di imballaggi che di rifiuto organico che andrebbero ad aumentare in maniera considerevole i costi ambientali e di smaltimento dei rifiuti.

Un’ultima considerazione: si avvicina all’associazione un numero sempre maggiore di volontari, soprattutto giovani: segno che esiste ancora una grande voglia di solidarietà tra quanti vivono il territorio.

“Robin Hood” contro la crisi in valle
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento