Parcheggi, qualcosa si muove

L'amministrazione comunale lavisana ha preso letteralmente “il toro per le corna” e ha inviato a tutte le famiglie e agli operatori economici del comune un invito quasi perentorio per poter risolvere, insieme, la “fame” di parcheggi che da tempo attanaglia non solo la borgata ma l'intero territorio del comune lavisano.

L'area interessata è quella ubicata sul retro di palazzo de Maffei: nel progetto della struttura sono previsti tre piani interrati con sopra una “piazza verde” contornata da alcuni altri spazi parcheggio riservati però alla sosta momentanea.

Dato che per realizzare parcheggi sotterranei occorrono ingenti somme per le quali, attualmente, non esistono adeguati finanziamenti, il Comune ha pensato bene di intraprendere la strada della coperazione, realizzando l'idea insieme alla popolazione stessa e agli operatori commerciali interessati. Il Comune, che mantiene di fatto l'intera regia dell'operazione fungendo anche da garante, mette di fatto a disposizione della cittadinanza l'intera area di proprietà comunale, sulla quale gli interessati, costituitisi in una Cooperativa Edilizia, realizzano direttamente il parcheggio. Sono disponibili pertanto varie soluzioni progettuali, che ipotizzano anche alcuni costi primari: 17 mila euro per uno "stallo" cosiddetto aperto e 25 mila euro per un "box" chiuso.

Per avere un'idea del numero degli interessati all'iniziativa, il Comune ha pubblicato sul suo sito (www.comunelavis.it) un questionario che può essere inviato in Municipio entro il prossimo 17 febbraio. Il questionario tuttavia, non ha valore vincolante, dato che la prenotazione dei posti auto, avverrà con la costituzione ufficiale della Cooperativa.

vitaTrentina

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
vitaTrentina

I nostri eventi

vitaTrentina