Di corsa, inseguendo un sogno

Domenica 17 maggio folta partecipazione alla Maratona di primavera, festa della scuola cattolica trentina

Sono arrivati in 3.200, tanti da riempire piazza Duomo e via Belenzani, nel cuore del centro storico di Trento, per partecipare domenica 17 maggio alla 29a edizione della Maratona di primavera, la tradizionale giornata di festa della scuola cattolica trentina.

C’erano, come ogni anno, atleti dei gruppi sportivi della città in strada per misurarsi prima di tutto con se stessi (la maratona è rigorosamente non competitiva), in vista di appuntamenti più impegnativi dal punto di vista agonistico; mamme e papà con figli e passeggino; nonne e nonni di complemento; gruppi più o meno numerosi legati a qualche associazione e classi quasi al completo; insegnanti, educatori, personale amministrativo, religiosi e religiose delle scuole paritarie della città, tutte raggiunte lungo il percorso di 8 chilometri e mezzo che dal centro di Trento ha portato prima a salire dietro al castello del Buonconsiglio e poi a tuffarsi davanti al tribunale per raggiungere, chi correndo chi camminando, il torrente Fersina e il fiume Adige, il parco delle Albere e il Muse, per l’ultimo sprint fino all’Istituto Arcivescovile, dove era posto il traguardo.

C’erano per rispondere con la loro presenza al motto scelto per questa edizione 2015, “Insieme per dare vita a un sogno…!”: il sogno di fornire, con i fondi raccolti con la lotteria abbinata alla Maratona, di utili attrezzature di cui l’ente pubblico non dispone due associazioni impegnate per la salute dei bambini, gli Amici della Neonatologia Trentina e l'Associazione trentina per il Diabete giovanile. Ma anche il sogno di costruire, giocandosi in prima persona, il Regno: nella fraternità, nella pace, nella giustizia, nell’amore reciproco.

Lo aveva ricordato il vescovo di Trento, Luigi Bressan, prendendo spunto dalla letture del giorno nella santa messa che ha preceduto nella chiesa di San Francesco Saverio la partenza della Maratona. “Da soli possiamo far ben poco, ma in molti si può realizzare una grande visione. Ognuno svolgerà la sua parte, secondo l’età, il carisma proprio, il ruolo che la provvidenza gli ha assegnato”, aveva ricordato Bressan, esprimendo poi con forza una raccomandazione: “Cari ragazzi e ragazze: non abbiate paura di avere sogni grandi!”.

La festa è proseguita all'Arcivescovile, occasione anche per ringraziare tutti quelli che in varie forme hanno sostenuto la manifestazione.

Al termine, la consueta e attesa estrazione dei numeri della lotteria. Ecco i numeri vincenti: 1. moto Honda Pcx 125 (Sembenini moto) n. 8945, 2. soggiorno a Baia Caddinas-Sardegna (Gruppo Dalle Nogare) n. 2677, 3. iPhone 6 n. 7008, 4. iPad Air2 n. 1910 5. Asus netbook n. 4863, 6. Wii (Toys giochi) n. 4552, 7. casettina da giardino (Toys giochi) n. 6287, 8. cesto alimentari (Demattè Trento) n. 7190, 9. spumante Jeroboam (Cantine Ferrari) n. 1825, 10. tagliasiepi (Zanotti) n. 1517, 11. cesto alimentari (Demattè Trento) n. 3536, 12 bicicletta bimbo (Toys giochi) n. 3875. Per il ritiro dei premi, rivolgersi all’Istituto Sacro Cuore in piazza Verzeri a Trento (entro 90 giorni dall’estrazione).

vitaTrentina

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
vitaTrentina

I nostri eventi

vitaTrentina