Chiesa

La Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani del 2020, in programma anche in diocesi dal 18 al 25 gennaio, si celebra con vari appuntamenti locali, predisposti sul tema (vedi sopra) da varie comunità si segnalano alcuni appuntamenti a a Trento. ract.

Festività di Sant’Antonio abate rispettata anche quest’anno a Ronchi. Al mattino del 17 gennaio, giornata proprio in cui la Chiesa ricorda la figura dell’abate, il parroco don Paolo Ferrari ha fatto il giro delle quindici stalle ancora presenti in paese per benedire gli animali.

Nel contesto delle celebrazioni per il centenario della nascita di Chiara Lubich, sabato 25 gennaio avrà luogo presso il Centro Mariapoli “Chiara Lubich” a Cadine di Trento l’evento “Trento incontra Chiara”, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Domenica 26 gennaio, dalle ore 9.30 alle 17.30, presso l’oratorio di Pergine si svolgerà la giornata di formazione per animatori di tutte le associazioni del Trentino dai 14 anni in su, per catechisti e per educatori.

In occasione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani quest’anno sul tema suggerito dalle chiese di Malta “Ci trattarono con gentilezza” (Atti 28/2) proponiamo un testo proposto 22 anni fa in avvento da Chiara Lubich. tract.

La Chiesa di Trento piange la scomparsa a 86 anni di monsignor Giuseppe Zadra, per dodici anni vicario generale della Diocesi e, alla fine degli anni Novanta, nei nove mesi tra la morte dell'arcivescovo Sartori e l'arrivo di mons. Luigi Bressan, amministratore diocesano. Nel suo lungo ministero sacerdotale, segnato da molte tappe e dal carico di forti responsabilità a livello diocesano, seppe mettere a frutto la sua ricca esperienza pastorale.

Domenica 26 gennaio è la prima Domenica della Parola, per valorizzare la conoscenza delle Sacre Scritture attraverso la celebrazione, la riflessione e la divulgazione della Parola di Dio.

Un concerto di grande interesse è promosso dall’UCAI di Trento per chiusure “Luce da luce”, il percorso artistico iniziato con l’Avvento tra le sezioni di Trento e Bergamo: il vicepresidente dell’UCAI di Bergamo Alex Fabiani, pianista e compositore, insieme al socio onorario Giacomo Parimbelli, chitarrista pluripremiato, proporrà mercoledì 29 gennaio alle ore 16 nell’Aula San Giovanni (sotto il Duomo di Trento) il concerto “Dal presepe al cantico delle creature”.

"La maggioranza di persone operanti nella Chiesa con un impegno quotidiano sono donne, ed entrando in una chiesa si nota velocemente nei banchi la presenza femminile, superiore a quella maschile. Invece ai vertici dei ruoli ecclesiastici, nelle posizioni di potere si trovano solo uomini: una discrepanza fortissima".

AbIn vista del centenario egli ha riletto in questi giorni quei testi spirituali e ne parla volentieri in quest’intervista a Vita Trentina alla vigilia della Messa del 22 gennaio in Santa Maria Maggiore. stract.

«Chi medita onestamente e sinceramente sui suoi rapporti con Dio si accorgerà presto che la preghiera non è soltanto un’espressione spontanea del nostro intimo, ma che essa è anche e anzitutto un servizio compiuto nella fedeltà e nell’obbedienza. Così bisogna volerla e praticarla”, scriveva il filosofo Romano Guardini e la domanda è risuonata nelle prime giornate della Settimana di aggiornamento del clero trentino che si conclude venerdì 17 con l’intervento dell’Arcivescovo Lauro Tisi che prende parte a tutti i lavori.

Le riflessioni nel cammino a piedi fino a San Romedio sono state ispirate quest’anno dal Sinodo dei giovani ma erano rivolte anche a non praticanti e non credenti

Fra i quattro nuovi accoliti istituiti domenica 12 gennaio dall’Arcivescovo (ne parliamo a centro pagina) ci sono anche tre candidati al diaconato permanente. Dal momento che dopo di loro non vi sono attualmente altri candidati ci siamo rivolti a don Giulio Viviani, incaricato per il diaconato permanente, per fare il punto sulla situazione diocesana.

Non si è spenta in questa settimana la forte eco delle affermazioni del Papa il primo gennaio scorso, solennità della Madre di Dio: “Iniziamo l’anno – ha detto Francesco - nel segno della Madonna, donna che ha tessuto l’umanità di Dio. Se vogliamo tessere di umanità le trame dei nostri giorni, dobbiamo ripartire dalla donna”.

La rilettura dell’esperienza di Chiara Lubich, rilanciata anche dal numero speciale di Vita Trentina nel centenario della nascita che il 25 gennaio richiamerà a Trento il presidente Mattarella, favorisce anche una riflessione rispetto ad un carisma straordinario incarnato nel secolo scorso da una donna.