Chiesa&religioni

Nel pomeriggio del 13 gennaio in Seminario il Vescovo ha presieduto l'istituzione dei ministeri. Sono diventati lettori: Matteo Moranduzzo, Andrea Canal, Michele Albertani, Michele Maurizio Mastrolitti, Antonello Siciliano. Nuovi accoliti sono Sandro De Gasperi, Gianluca Leone, Giovanni Moser, Fabrizio Peterlini.

Sono aperte le iscrizioni ai pellegrinaggi promossi e organizzati dalla diocesi di Trento. Ecco il calendario.

“Sogna vivi scegli: per una Chiesa Sinodale” è il titolo della serata di approfondimento sul Documento finale del Sinodo sui giovani promossa venerdì 11 gennaio con particolare attenzione ai temi del discernimento e della sinodalità, dall’Arcidiocesi di Trento e dall’Azione cattolica, in collaborazione con Fuci, Collegio Arcivescovile e Vita Trentina.

Vescovi Nordest, “due giorni” su Chiesa e comunicazione: ripartire sempre dalle persone e dai “testimoni”, saper raccontare “un’altra storia”.

“Se siamo andati dal Signore a mani vuote, oggi possiamo rimediare – ha detto Papa Francesco nell’omelia dell’Epifania - Il Vangelo riporta infatti, per così dire, una piccola lista-regali: oro, incenso e mirra”.

Don Giancarlo Manara, 63 anni di vita religiosa e 53 di sacerdozio, viveva nella comunità salesiana San Tarcisio, a Roma. Per tanti anni ha lavorato a Roma presso gli uffici nazionali del CNOS (Centro Nazionale Opere Salesiane), spendendo gran parte della sua vita per la formazione professionale dei giovani.

Domenica 13 gennaio, Festa del Battesimo del Signore, si tiene alle ore 15 in Seminario l’Eucaristia con l’Arcivescovo per l’istituzione di lettori e accolti.

La comunità di Volano propone due appuntamenti per ricordare suor Maria Teresa Venturi nel 140° della morte. Nata in paese il 26 maggio 1832, la religiosa si spense il 15 gennaio 1879.

Ordinato sacerdote diocesano nel 1961 dopo esser stato vicario parrocchiale pochi anni a Borgo Valsugana, Civezzano e Brentonico ha vissuto il suo ministero sacerdotale come missionario dell’emigrazione in Germania (dal 1966 al 2004) prima a Ludvigschafen, poi a Brema e a Dusseldorf.

Il gesto della condivisione del pane fra cristiani e mussulmani ha segnato la 52° Giornata mondiale della pace. Il messaggio del Papa riletto dal francescano padre Jasztal, vicario della Custodia di Terra Santa..

Cembra, dove già nel 1675 il cappellano don Michi insegnò i canti della stella, sono gli adulti a visitare il paese come Magi e pastori.

Esattamente 800 anni fa l’incontro tra Francesco d’Assisi e il Sultano d’Egitto Melek-el-Kamel.

Torna nei prossimi giorni a Sanzeno la festa del grande taumaturgo e eremita san Romedio. Il 15 gennaio di ogni anno, infatti, la comunità religiosa del santuario propone un percorso religioso lungo due giorni: la serata di lunedì 14 è dedicato alla riflessione con l’ormai tradizionale cammino nella notte, itinerario a piedi dalla Basilica di Sanzeno fino a S. Romedio. Si tratta di un pellegrinaggio adatto a tutte le età e animato da brevi spunti di riflessione.

“In questa solennità della Manifestazione del Signore siamo qui per lodarlo e per riaffermare la nostra volontà di essere suoi strumenti. Con la stessa disponibilità dei Magi che intraprendono un lungo e faticoso viaggio, con lo stesso coraggio degli Apostoli vogliamo annunciare il Vangelo agli uomini perché possano incontrare Gesù Cristo e diventino costruttori di un mondo più fraterno”.

Piene di speranza, hanno lasciato un segno le parole dell’omelia dell’Epifania con cui don Romano Caset.

“Più volte nel corso dell’anno passato mons. Muser ha espresso preoccupazione per l’abbrutimento del linguaggio. “La dignità della persona ha anche sempre a che fare con la dignità della parola”.

È stato e rimarrà un punto di riferimento per tanti nostri missionari, che nei raduni biennali gli affidavano spesso un ruolo di guida e di sintesi. Don Francesco Moser, “Chico” per i brasiliani, è stato salutato da una folta assemblea raccolta in San Pietro il 27 dicembre per il funerale a due giorni dalla morte, avvenuta a 81 anni nel giorno di Natale presso la Casa del Clero, a seguito della malattia che lo aveva costretto due anni e mezzo fa a fermarsi in Italia.

"Una violenza cieca e assurda, ancora una volta, ha decapitato una giovane vita, colpito al cuore per sempre una famiglia, tramortita una comunità". L'omelia del vescovo Lauro.

L'iniziativa di solidarietà dell'Istituto Salesiano di Trento per l'Avvento 2018.