Chiesa

Chiara Luce Badano è stata una ragazza ligure bella, estroversa, esuberante, sportiva, fino all'età di 18 anni, quando, nell'ottobre del 1990, un tumore alle ossa interrompe la sua breve e gioiosa vita.

L'arte di predicare è un tema quanto mai di attualità: ne parliamo con padre Ugo Sartorio, francescano conventuale.

Si racconta uno dei gruppi che in queste settimane stanno confrontandosi col questionario rilanciato dall'Arcivescovo (vedi VT ultimi due numeri). E' un gruppetto di adulti di Povo che da vari anni si incontra ogni 15 giorni in una casa privata nel periodo invernale per pregare, conoscere, approfondire la Parola di Dio ma anche l'appartenenza alla Chiesa nel mondo di oggi.

Negli ultimi mesi segnati dalla malattia mons. Severino Visintainer esprimeva spesso la gratitudine al Signore per le persone incontrate durante la sua vita: quest'atteggiamento di riconoscenza chi va oltre la morte è la prima eredità dell'ex vicario generale della diocesi (dal 1975 al 1995) testimoniata nell'omelia funebre da mons. Lauro Tisi che ha interpretato anche l'apprezzamento dei numerosi confratelli e discepoli – oltre un centinaio presenti in Duomo giovedì scorso – e di tanti laici.

“Quella cardinalizia è certamente una dignità, ma non è onorifica”. Sono state le prime parole del Papa, nell’omelia del Concistoro. “Lo dice già il nome - cardinale - che evoca il cardine”, ha spiegato Francesco, “dunque non qualcosa di accessorio, di decorativo, che faccia pensare a una onorificenza, ma un perno, un punto di appoggio e di movimento essenziale per la vita della comunità”. “Voi siete cardini - ha detto il Santo Padre rivolgendosi in particolare alle 20 nuove porpore - siete incardinati nella Chiesa di Roma, che “presiede alla comunione universale della carità”, come si legge nella Lumen Gentium.

Il Campanon de l'Ave Maria non suona più le ore e le funzioni per la parrocchia di Bolognano. Al suo posto, presto arriverà la nuova campana, intitolata alla Beata Vergine Addolorata.

Due sessioni consecutive del Sinodo diocesano (30-31 gennaio e 6-7 febbraio) per approvare dieci dei dodici documenti predisposti dalle commissioni nel corso dell’anno passato. Dibattito aperto non privo di momenti carichi di emotività.

L'Arcivescovo mons. Luigi Bressan, nonostante inviti di rappresentanti delle istituzioni pubbliche, di amici e sacerdoti e molteplici espressioni di augurio, ha voluto festeggiare i 75 anni concelebrando una Messa al mattino nella chiesa del Seminario e riservandosi poi il pranzo con i soli familiari.

La Quaresima è un tempo penitenziale. Papa Francesco – con il suo messaggio di quest’anno – ci sprona a riscoprire il senso positivo della penitenza.

I Lineamenta “La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo”, preparati in vista della XIV Assemblea Generale Ordinaria che avrà luogo dal 4 al 25 ottobre 2015, sono l’inizio di un cammino. Non vanno letti deduttivamente, “dall’alto verso il basso”, come cioè un insieme di norme da applicare, ma induttivamente, “dal basso verso l’alto”, come cioè un’opera aperta.

Abbiamo chiesto al sociologo Francesco Ghia, membro della commissione del Centro Famiglia che ha coordinato la raccolta del “primo questionario” (quello in vista del Sinodo straordinario tenutosi nell'ottobre scorso) di commentare il significato di questa consultazione a partire dai “Lineamenta”, ovvero lo strumento di lavoro pubblicato dai vescovi nel dicembre scorso.