Chiesa

Il 27 aprile la radio diocesana seguirà la giornata dedicata alla canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II.

Mons. GianCarlo Bregantini racconta come sono nate le meditazioni che accompagneranno le 14 stazioni della Via Crucis al Colosseo, presieduta da Papa Francesco.

Sono sette i catecumeni adulti che verranno battezzati la sera del giovedì Santo nel corso della Veglia pasquale. Il rito per una giovane verrà officiato dal vescovo Bressan in Duomo. Altre due persone saranno battezzate nella chiesa di Cristo Re sempre a Trento, mentre una famiglia con papà, mamma e due figli si è preparata al sacramento a Strigno.

All’incontro della Consulta dei laici mons. Lauro Tisi ha parlato dei temi che animeranno il Convegno ecclesiale nazionale del 9-13 novembre 2015 (Firenze).

Radio Trentino inBlu seguirà in diretta le celebrazioni del Triduo in cattedrale.immagini1

Terzo e ultimo incontro della 6a edizione della Cattedra del Confronto promossa dall'Ufficio Cultura diocesano

Mercoledì 23 aprile alle 21 per iniziativa del Capitolo della Cattedrale a preparazione alla canonizzazione di papa Giovanni Paolo II, oltre 100 musicisti -tra solisti, coristi ed orchestrali- proporranno nella Cattedrale di san Vigilio a Trento l’oratorio “Ioannes Paulus Secundus”, ideato per ricordare la straordinaria figura di Papa Wojtyla. L’originalissima composizione, scritta e musicata poco più di un anno fa da Lorenzo Signorini su testi di Paola Marchi, sarà eseguita dall’orchestra Art Ensemble fondata e diretta dal maestro Maurizio Mune, che ha ottenuto dagli autori l’esclusiva mondiale per le esecuzioni dei prossimi anni.

La Settimana Santa che vede uno straordinario concorso di pellegrini provenienti da tutto il mondo a Gerusalemme, e quindi anche nell'Orto degli Olivi, ha visto conclusi in largo anticipo i lavori di restauro conservativo nella Basilica del Getsemani, ancorché conosciuta come Chiesa delle Nazioni presso l'Orto degli Ulivi.
La conclusione dell'intervento è stata salutata con una grande cerimonia (Vita Trentina ne ha parlato nel numero ..), alla presenza di una delegazione trentina, guidata dal decano di Rovereto mons. Sergio Nicolli e dal sindaco di Rovereto, presenti i vertici della Fondazione della Campana dei Caduti di Rovereto. Nell'occasione è stato inaugurato un monumento, opera dello scultore cembrano Egidio Petri su ideazione dell'architetto di Roverè della Luna, Enrico Pedri. Sono stati consegnati, inoltre, i diplomi di partecipazione al delicato lavoro, a sei giovani apprendisti palestinesi che hanno collaborato al recupero e ripristino di alcuni preziosi mosaici da tempo corrosi da muffe e umidità.

Oltre 215 sono gli iscritti dal 23 al 26 aprile si daranno da fare in 30 progetti allestiti da varie realtà di volontariato che hanno aderito a quest'iniziativa: cinque realtà sono della provincia di Bolzano ed una del Veronese. L'appuntamento è fissato alle 17 di mercoledì 23 aprile nei rispettivi luoghi di servizio dove i ragazzi, in modo volontario e organizzati in team, si rimboccheranno le maniche per realizzare nell’arco di tre giornate (72 ore) attività in ambito sociale, ambientale e civico.

Centinaia di persone hanno raccolto l'invito della Pastorale giovanile venerdì scorso per la Via Crucis cittadina partita dalla chiesa di Cristo Re. L'uscire verso le periferia è stato il tema delle riflessioni proposte dai giovani e commentate alla fine da mons. Bressan. La registrazione sarà trasmessa venerdì 18 alle 20.30 da radio Trentino inBlu.

“Link Up – Una rete d’amore” è il titolo di un coinvolgente meeting che vede raccolti a Trento, nella Settimana Santa, 430 ragazzi provenienti non solo da tutta Italia, ma anche da molti paesi europei, Gran Bretagna, Portogallo, Spagna, Polonia, Romania, Croazia, Slovacchia, Germania, Svizzera, Serbia e da Libano e Brasile. Sono i Gen3, terza generazione del Movimento dei Focolari. Tra essi alcuni appartenenti alla Chiesa cristiana ortodossa. Si incontreranno al Centro Mariapoli di Cadine dove approfondiranno diversi significativi temi.

Si sono svolti a Carano, in valle di Fiemme, il paese che gli ha dato i natali, lunedì 14 aprile, i funerali di don Roberto Braito.