Chiesa
stampa

IL DIBATTITO

Giovani, cosa cambia dopo la “Christus vivit”

Sono passati già quattro mesi dalla pubblicazione del testo postsinodale ma la parola di Papa Francesco ai giovani e con i giovani non ha ancora “bucato” i media laici e merita di essere rilanciata. Forse perché è un testo corposo, straripante, difficilmente sintetizzabile: ci hanno provato Vita Trentina e Avvenire in Primiero nel dibattito del 25 luglio all’oratorio di Pieve con la voce di due esperti - Matteo Liut, “inviato” fra i giovani del quotidiano cattolico e Gioele Anni, pure giornalista, leader di Azione Cattolica e uditore al Sinodo dei giovani – che hanno provato a sintetizzare la “Christus vivit” in un tweet (lo riportiamo a parte) di appena 280 caratteri.

Parole chiave: chiesa (6393)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito