Cronaca
stampa

“Attorno a noi è un disastro”: la testimonianza del trentino Padre Claudio Zendron, missionario comboniano

Terremoto in Ecuador, sale il numero delle vittime

413 morti è l'ultimo bilancio provvisorio. Dichiarato lo stato di emergenza. Padre Claudio Zendron, comboniano trentino, opera nella zona di El Carmen: "Stiamo bene ma intorno a noi è distuzione"

Terremoto in Ecuador il 16 aprile. Foto AFP/SIR

Terremoto in Ecuador. Sale a 413 vittime il bilancio del sisma di magnitudo 7.8 che sabato scorso ha devastato il paese sudamericano. Oltre 2500 i feriti. Ma si tratta di un bilancio provvisorio. Si continua a scavare tra le macerie.

L’epicentro è stato registrato sulla costa del pacifico, a 170 chilometri dalla capitale Quito.  La zona più colpita è quella settentrionale sulla costa nella provincia di Esmeraldas e quella di Manabi.

E’ stato dichiarato lo stato di emergenza. Intanto la Caritas italiana ha stanziato 100 mila euro per gli interventi immediati.

“Attorno a noi è un disastro” è la testimonianza del trentino Padre Claudio Zendron, missionario comboniano 64enne, originario di Valda in Val di Cembra, che dal 1983 opera a El Carmen, nella provincia di Manabi, dove attualmente è parroco nella parrocchia di Nuestra Senora del Carmen. “La zona più colpita è a 90 chilometri da noi – scrive padre Zendron in una mail. – Da noi sono cadute molte case di contadini. A El Carmen ci sono stati tre morti per la caduta di un edificio”.

In Ecuador operano nove missionari trentini in diverse zone del paese, sia sulla costa che nelle aree dell'interno. Oltre a padre Zendron, ci sono fratel Luciano Rossi, suor Elda Merlo, suor Gisella Dellagiacoma e il fratello padre Alberto Dellagiacoma, padre Umberto Dorigatti, padre Bruno Galas e Mauro e Maria Bleggi, volontari laici.

Ascolta l'audio

Terremoto in Ecuador, sale il numero delle vittime
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento