Cultura

Annibale Salsa ha scelto lo Spazio Alpino SAT in via Manci a Trento per la presentazione del suo ultimo lavoro editoriale dal titolo “I paesaggi delle Alpi - Un viaggio nelle terre alte tra filosofia, natura e storia” (Saggine - Donzelli ed.). Appuntamento il 5 dicembre alle 17.

Discreta affluenza (con qualche nota critica e tesa) per l’assemblea della Fondazione Castelpergine, che proprio la scorsa settimana ha portato a termine il suo primo anno da proprietaria del castello di Pergine, dopo una stagione ricca di successi e che, novità di quest’anno, non si ferma con l’inverno: albergo (solo il secondo piano dell’ala clesiana, una decina di camere) e ristorante (Ca’ Stalla compresa) sono infatti aperti fino al 6 gennaio 2020.

In queste prime tre domeniche di Avvento, Vita Trentina pubblica tre racconti scritti da Angela Tognolini e illustrati da Lorena Martinello per il progetto “Una Comunità Intera”: un progetto di accoglienza ed inclusione, dove protagonista è la comunità, capace non solo di accogliere, ma anche di accorgersi del desiderio di richiedenti asilo e rifugiati di contribuire al bene comune. E tu che parte potresti avere in questo progetto? Scrivici un messaggio via mail a sostienici@centroastallitrento.it o visita il nostro sito www.centroastallitrento.it.

Da pochi giorni è nelle edicole e nelle librerie trentine l’edizione 2020 di Strenna Trentina. E’ la 116a della serie per questo storico almanacco sempre atteso dai lettori per la sua inimitabile singolarità.

L'ispirazione artistica di Nadia Bugna, giovane, brava pittrice, mamma tre volte, nata a Bersone nel Comune di Valdaone e residente a Storo, risale agli anni giovanili, insieme con l'amore per i luoghi e le persone del suo tempo e della sua terra dei quali racconta per immagini eventi e storia. Con un inizio del tutto particolare, in una famiglia dove l'arte era già passione, con mamma Mary che si dilettava con la tavolozza e papà Lener che le ha ben presto “concesso” le mura di casa per la sua opera prima.

Il 5 e 6 dicembre saranno 700 gli studenti trentini protagonisti di “Chiamata alle arti 2019”, un progetto didattico dell’associazione “Artea” che offre alle scuole un’esperienza di totale immersione nel mondo dell’arte e della scienza guidati da esperti del settore: 14 classi delle scuola media (Degasperi, D. Chiesa, A. Frank di Villalagarina) e 16 classi di scuola superiore (Liceo Filzi, Liceo artistico Depero, ITT Marconi e Ist. Don Milani).

In mostra dal 7 dicembre al Centro Santa Chiara cento anni di storia dell'“Ospedalino” di Trento. Venerdì 6 alle 17 l'inaugurazione.

L’Ocse attesta la bontà della preparazione scolastica dei quindicenni trentini, specchio dell’efficacia dell’intero percorso formativo effettuato a partire dalla scuola dell’infanzia, richiamando però al contempo la necessità di “non abbassare la guardia”.

“Fiume che cammina. Transumanza: patrimonio dell’umanità” è il titolo del libro da poche settimane in libreria scritto da Alberto Pattini. Sarà presentato, alla presenza dell’autore, venerdì 6 dicembre alle 20.30 a Tesero, in sala Bavarese del teatro. La presentazione è a cura dell'antropologa Marta Villa, docente dell’Università degli Studi di Trento e ricercatrice dell’Università della Svizzera Italiana, nonché Presidente Club per l’UNESCO di Trento. L’organizzazione è a cura della Biblioteca Comunale. L’ingresso è libero.

A 75 anni dalla creazione della tela per la pala d’altare della Cappella san Lorenzo dell’ospedale di Borgo Valsugana, l’Amministrazione comunale di Borgo Valsugana e la Comunità di Valle, con il contributo della Cassa Rurale Valsugana e Tesino, vogliono ricordare l’artista Riccardo Schweizer con la mostra “Riccardo Schweizer – Geografie del corpo e del paesaggio”. Inaugurazione sabato 7 dicembre alle 11.

“Racconti d’autunno” è il titolo del nuovo libro di fotografie di Albert Ceolan che va a completare il percorso dedicato alle quattro stagioni e confermando la levatura di quest’autore che pubblica in maniera continuativa da più di vent’anni con le maggiori riviste di viaggio e turismo italiane.

L'intenzione è quella di rendere fruibile al pubblico quello che, finora, era stato custodito da privati. Un progetto culturale, quello su cui da mesi sta lavorando il comune di Castel Ivano, in dirittura d'arrivo. Per dare forma, all'interno dell'ex municipio di Villa Agnedo, alla Casa delle Arti Eugenio Prati.

Quanti di voi sanno che dalla prima pubblicazione della Tabella periodica degli elementi sono passati esattamente 150 anni? E lo sapete che il 2019 è stato dedicato dall’UNESCO a questa celebrazione? Forse è per questo che gli autori del reality di Rai2 “Il Collegio 2019 ” hanno inserito la Tavola nelle riprese con una certa insistenza. Il 9 dicembre al Muse un evento per l'anniversario.

Padre Livio ci insegna ad accettare anche le domande senza risposta. Il mistero, come di fronte al dolore. A stare presso la croce, come Maria, dove è inchiodata l’umanità. A stare. A credere per capire. La verità si fa strada dentro di noi anche attraverso strade che non costruiamo noi.

Da piccola mia nonna mi raccontava storie di “strie”, di “spiriti”, del “lof”, che generalmente mi terrorizzavano eppure mi incuriosivano. Quando ho cominciato a frequentare la Vallarsa qualcuno mi ha raccontato una leggenda che spiegherebbe l’origine del nome del paese. È la leggenda di Fiore, che viveva alle pendici del monte Zugna e che rimase presto da sola perché l’amatissimo padre, un boscaiolo, andò in guerra e la mamma morì di crepacuore.

Le leggende trentine hanno la lavoro “enciclopedia”, la loro mappa geografica. Mauro Neri, scrittore affermato (oltre 250 titoli) e già redattore di Vita Trentina, ha raccolto le leggende trentine suddivise per aree geografiche e temi ispiratori nel volume ora pubblicato da Athesia col titolo “Mille e una leggenda del Trentino”. L’invito al lettore, di scrivere la “sua” leggenda, sottolinea l’origine popolare e mai finita dei racconti. Può essere anche l’occasione per un bilancio sui testi più famosi e significativi, di cui parliamo in questa intervista.

Dalla scuola pubblica scivolano via i ragazzi che qualcun altro si preoccupa di afferrare, più o meno al volo. Più o meno acciaccati, arrabbiati o spenti. Il problema sorge quando si prova a portare le iniziative di contrasto all'abbandono dentro la scuola.

Come si insegnano le regole a bambini e bambine e come si fanno rispettare quando diventano adolescenti? Cosa accade quando in una famiglia nasce un figlio o una figlia con disabilità? Cosa significa oggi educare?

“Quale fra le leggende trentine ti è più cara o ritieni più significativa, e perché?”. Lo abbiamo chiesto a un'attrice, un geologo, un burattinaio, un cantautore, un illustratore. Ecco cosa ci hanno risposto. E voi? Quale è la vostra leggenda preferita?