Cultura
stampa

È il laghetto Pisorno, blu acciaio e poche decine di metri di diametro, che ha ispirato una mia canzone

La leggenda del laghetto Pisorno, nel Vanoi, che ha ispirato una mia canzone

Nel Vanoi c'è un lago infestato da spiriti maligni che, se molestati, si vendicano scatenando violenti temporali. È il laghetto Pisorno, blu acciaio e poche decine di metri di diametro, che ha ispirato una mia canzone. La profondità delle sue acque resta tutt'oggi insondata.

Parole chiave: Candiru (1), musica (1406), leggenda (14), canzone (30)
Candirù. Foto Elisa Vettori

Candirù. Foto Elisa Vettori

Nel Vanoi c'è un lago infestato da spiriti maligni che, se molestati, si vendicano scatenando violenti temporali. È il laghetto Pisorno, blu acciaio e poche decine di metri di diametro, che ha ispirato una mia canzone. La profondità delle sue acque resta tutt'oggi insondata. Si narra che un abitante del luogo vi si recò con un asino carico di corde con lo scopo di sfatare la leggenda che descrive il lago come un portale liquido per gli inferi. Una grossa pietra a un capo della fune, calata in acqua lasciando scorrere le corde, non toccherà mai il fondo. La mano incauta dell’uomo si allungò a sfiorare l'acqua ma una forza ignota lo prese e lo trascinò nell'abisso dove annegò miseramente. Parroci, turisti, cacciatori, studenti, uomini non facili alla superstizione, a più riprese giunsero al laghetto e si divertirono a gettare pietre nell'acqua, deridendo la credulità popolare e cercando di sfatare la leggenda, ma tutti furono sorpresi da vento di tempesta, pioggia e grandine e furono costretti a cercare riparo nei paesi vicini, non potendo nemmeno contare sull'ospitalità dei malghesi, impauriti dall’origine di quelle improvvise intemperie.

Candirù, cantautore

La leggenda del laghetto Pisorno, nel Vanoi, che ha ispirato una mia canzone
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento