Economia&lavoro
stampa

Api in “albergo”

Non esigono cuscini ad effetto memoria, né la colazione in camera o il fisioterapista, tanto meno il parcheggio custodito, dato gli ospiti si accontentano di migrare da una corolla all’altra e di contare su un luogo protetto dove deporre le uova. Sta per nascere a Spormaggiore un hotel tutto loro dove giovare di condizioni ottimali per l’impollinazione, oltre a portare a compimento il ciclo riproduttivo tra la primavera e l’autunno inoltrato.

Parole chiave: Bee Hotel (1), Territorio (18674), api (145), WWF (19)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito