Economia&lavoro
stampa

Gli eventi meteorologici di fine ottobre 2018 hanno completamente alterato le condizioni ordinarie di gestione e di mercato della risorsa forestale trentina

Il martello di Vaia

Malga Coston de la Stua, 26 luglio - “Vaia è arrivata da quella parte, è rimbalzata su quel versante piombando con forza sulla costa della montagna sopra Mezzano. Poi si è divisa: ha colpito in due punti ai piedi delle Pale, da una parte, ed è risalita dall'altra, verso la val Canali”. Bisogna salire ai 1400 e rotti metri di malga Coston de Val de Stua per apprezzare appieno cosa ha significato per questo spicchio di territorio all'estremo lembo nord-orientale del Trentino la tempesta di pioggia e di vento che ha flagellato la provincia alla fine di ottobre 2018, alterando completamente le condizioni ordinarie di gestione e di mercato della risorsa forestale trentina.

Parole chiave: bosco (122), risorse (125), tempesta Vaia (4), Primiero (313), legname (17)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito