Economia

dddLa scelta educativa era sfuggita anche alla cronache del nostro settimanale: i 1300 partecipanti alla Festa diocesana degli adolescenti del 20 ottobre al PalaTrento hanno ricevuto come regalo conclusivo una matita (nella foto) che custodiva nella parte sommitale alcuni semini e questo messaggio: “Dopo aver usato la matita, pianta i semi in un vassoio e curali con acqua e sole: crescerà una piantina!”.

L'Associazione La Pimpinella chiama “a raccolto” coltivatori e appassionati per l'annuale scambio di sementi antiche.

L'Istituto agrario San Michele, sotto l'ombrello della FEM - Fondazione Edmund Mach (Mach ne fu il primo direttore) coesistono istruzione, formazione professionale e alta formazione, ricerca e innovazione, trasferimento tecnologico. Una buona parte di questa lunga storia l'ha vissuta in prima persona, prima da allievo, poi da docente e infine, fino al pensionamento il primo novembre scorso, da dirigente del Centro Istruzione e Formazione, Marco Dal Rì.

La Fondazione Mach celebra il 145° anniversario di fondazione dell’Istituto Agrario di San Michele all'Adige con una cerimonia istituzionale e una giornata di porte aperte, il 9 e 10 novembre.

Le cooperative agricole sono strategiche per la diffusione di conoscenza a vantaggio delle aziende associate e della intera filiera agroalimentare, consumatore incluso.

Luigi Dolzan ha ricostruito in un libro la storia dell’azienda di famiglia sulla base di 285 documenti. A lui, quarto discendente del fondatore, si deve l’impronta manageriale data nel 1986 alla distilleria, ora gestita dai figli Mauro e Michele .

La voce della giovane Sara e la chitarra dell’amico Andrea hanno asciugato le lacrime di Dimaro con il dolce Alleluja di Burke nella sera del primo anniversario. Un migliaio di persone, sotto la croce eretta in via Gole, a pochi metri dal Campeggio Dolomiti. Qui era la casa di Michela Ramponi, la mamma-geometra di Dimaro vittima della furia di Vaia, insieme a Denis Magnani, il giovane papà della val di Non colpito da un fulmine.

Ma chi l'ha detto che il Trentino è un sistema vecchio? Il mercato del lavoro negli ultimi dieci anni smentisce quest’idea. Come giudicare altrimenti l’aumento dell’occupazione, il protagonismo femminile e il lento declino della componente operaia?.

Un alberello in porcellana per dare una nuova vita ai boschi abbattuti dalla tempesta Vaia. L'iniziativa, presentata ufficialmente martedì 29 ottobre al Museo Ladino, parte da mamma Linda, titolare di un negozio di artigianato, che da questa estate versa all'Asuc (Amministrazione Separata Usi Civici) di Pozza di Fassa un euro e mezzo ogni alberello artistico prodotto nel proprio laboratorio.

Le nostre azioni e le nostre scelte hanno delle conseguenze; diventa quindi importante agire e scegliere bene, ed è forse questo il senso della fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili “Fa’ la cosa giusta!” che, giunta quest’anno alla sua quindicesima edizione, lo scorso fine settimana ha riunito e fatto lavorare gomito a gomito più di 230 espositori.

Riprendiamo il filo del discorso avviato su Vita Trentina del 22 settembre, a proposito degli incentivi alle imprese che, per essere efficaci, dovrebbero stimolare investimenti aggiuntivi e competitività, ma anche benefici per il territorio. Questi ultimi, se l’impresa è seria, sono molteplici.

Primo rapporto sui dati raccolti e sulle attività svolte nei boschi devastati dal tornado Vaia alla fine di ottobre 2018.

È passato quasi un anno dal 29 ottobre 2018, e quindi dalla tempesta Vaia, che ha mutato l’aspetto di molti luoghi in Trentino e non solo. Uno di questi è sicuramente la pineta di Alberé di Tenna che, a quasi un anno, è stata sgomberata di tutto il materiale schiantato. L’immagine, oggi, è quella di un bosco in cui più di 10 mila metri cubi di legname sono andati persi.

Sono molte le testimonianze che abbiamo raccolto circa l’entità della indesiderata presenza di questo insetto invasivo che ormai si è insediato stabilmente anche in Trentino su numerose specie arboree, arbustive e erbacee.

Non recitano il bartaliano “Tutto sbagliato, tutto da rifare”, ma Cgil Cisl Uil del Trentino fanno ugualmente la voce grossa preoccupati per la piega che sta prendendo il Tavolo provinciale degli Appalti. In Trentino, osservano i sindacati, abbiamo una buona legge; è la sua interpretazione che desta talora perplessità.

Nel pomeriggio del 6 settembre scorso l’aula magna della Fondazione Mach ha ospitato la cerimonia di presentazione del libro “Pane delle Alpi. Guida alla qualità” nato dalla collaborazione tra il Centro istruzione e formazione di S. Michele rappresentato dal dirigente Marco Dal Ri e l’associazione Alpi-Bio presieduta da Angelo Giovanazzi.

“Trento Smart City Week” alla terza edizione affronta il tema “Cittadini al tempo del digitale” e propone diversi appuntamenti di richiamo per tutta la cittadinanza, in vista dell’inaugurazione in programma venerdì 20 settembre alle 10 a Palazzo Geremia, con la presenza di Luca Attias, Commissario straordinario di Governo per l’attuazione dell’Agenda digitale, e di Gianni Dominici, Direttore Generale di Forum PA.