Economia
stampa

Turismo, primo bilancio di stagione

I primi dati (dicembre-febbraio) segnano un + 11% negli arrivi e un +11,5% nelle presenze rispetto all’anno scorso. Boom di turisti in tutte le località. Bilancio positivo in Valsugana. Ravelli (Apt): "Puntiamo su un’offerta sciistica rivolta in particolare ai residenti e alle famiglie, con settimane bianche low cost".   

Turismo, primo bilancio di stagione

Turismo. Montagne, laghi e musei presi d’assalto nel fine settimana di Pasqua e Pasquetta. E intanto sorridono gli operatori per una stagione invernale da record.

Complice il bel tempo e le temperature primaverili, il fine settimana di Pasqua è stata occasione per migliaia di turisti per l’ultima sciata di stagione. Boom di presenze anche sui laghi, per la tradizionale gita fuori porta. Bilancio positivo per musei e castelli, che grazie all’apertura domenicale gratuita e ai laboratori proposti, hanno attirato migliaia di appassionati di cultura.

Con la Pasqua si chiude ufficialmente la stagione invernale. Una stagione che ha fatto registrare numeri da record. I primi dati – riferiti al periodo dicembre-febbraio – segnano un + 11% negli arrivi e un +11,5% nelle presenze rispetto all’anno scorso: in questo periodo sono arrivati in Trentino 1 milione 200 mila turisti (800 mila italiani e quasi 400 mila stranieri) per un totale di 4 milioni 900 mila presenze.

A farla da padrone sono le località sciistiche più rinomate, come val di Fassa e Madonna di Campiglio, ma il bilancio è positivo un po’ ovunque. Un esempio è la Valsugana, che punta ad un’offerta sciistica rivolta alle famiglie e in particolare ai residenti.  

Sentiamo il direttore dell’Apt, Stefano Ravelli. (ascolta qui sotto)

Ascolta l'audio

Turismo, primo bilancio di stagione
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento