Chiesa

stampa

Alla vigilia dell'assemblea della zona pastorale Riva del Garda e Ledro di sabato 22 settembre alle 9 nel teatro parrocchiale di Dro - prima di otto -, l'Arcivescovo di Trento, Lauro Tisi, afferma: "Non è più tempo di una pastorale di mantenimento, dobbiamo guardare avanti e oltre, senza perdere di vista le nostre radici. Sogno comunità di persone, non importa quante, che provino semplicemente a vivere il Vangelo, senza distinzioni obsolete tra preti e laici, ma in un unico slancio di comunità credente".

“Ataúro, piccola isola di un piccolo paese nel sud-est asiatico: Timor Est. Colonizzato dal Portogallo e occupato dall'Indonesia per 24 anni, dopo molte sofferenze, nel 2002 il paese ha riacquistato l'indipendenza”. Comincia con queste parole il trailer del film documentario “Padres de Ataùro”, girato sull’isola dal giornalista brasiliano Claudio Savaget con Eddy Pinto del Centro Audiovisual Max Stahl di Timor Est. Il film racconta la società timorense ferita da guerre e immensi traumi e lo fa attraverso la storia di due missionari, il trentino don Francesco Moser, conosciuto come “padre Chico”, e il bolzanino Luigi Allegri. Due uomini che, dopo aver lavorato per 40 anni nelle comunità povere del Brasile, hanno attraversato il mondo per continuare a ispirare le comunità e a lottare per la dignità umana. Sono loro due i “Padres de Atauro” del titolo, i sacerdoti di Atauro.

In anteprima su Vatican News il trailer (in inglese) di “Papa Francesco. Un uomo di parola” in uscita negli Stati Uniti il 18 maggio 2018. Il film del regista Wim Wenders non è su Papa Francesco, ma con Papa Francesco. Un lungo dialogo con il Santo Padre il quale si sofferma su diversi temi offrendo risposte alle principali sfide globali del mondo contemporaneo: la morte, la giustizia sociale, l’immigrazione, l’ecologia, la diseguaglianza, il materialismo e il ruolo della famiglia.

Domenica 25 settembre a Trento il “Giubileo dei malati, dei sofferenti e delle associazioni cristiane che si dedicano al loro servizio”. Fotoservizio di Gianni Zotta.

Giovedì 28 luglio nell’aula magna dell’oratorio di Pozza di Fassa il direttore di Avvenire Marco Tarquinio ha tenuto la sua relazione sul tema “L’incompresa enciclica di Francesco Laudato Sì”, introdotta dal direttore di Vita Trentina Diego Andreatta.

Giovedì 28 luglio nell’aula magna dell’oratorio di Pozza di Fassa il direttore di Avvenire Marco Tarquinio ha tenuto la sua relazione sul tema “L’incompresa enciclica di Francesco Laudato Sì”, introdotta dal direttore di Vita Trentina Diego Andreatta.

Giovedì 28 luglio nell’aula magna dell’oratorio di Pozza di Fassa il direttore di Avvenire Marco Tarquinio ha tenuto la sua relazione sul tema “L’incompresa enciclica di Francesco Laudato Sì”, introdotta dal direttore di Vita Trentina Diego Andreatta.

Sabato 24 ottobre la festa autunnale degli adolescenti, promossa dalla Chiesa trentina attraverso la pastorale giovanile, con il contribuito di un centinaio di volontari. “L'amore fa rumore” il tema dell'edizione 2015, ideale anticipo del prossimo Anno santo della misericordia. Le immagini di Gianni Zotta. Musica: AlexBeroza, Tell Somebody (ccmixter.org).

Don Ivan Maffeis, direttore dell'Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali della CEI, descrive il percorso che la CEI sta compiendo sul fronte della comunicazione verso il 5° Convegno Ecclesiale di Firenze. Appena insediato nel suo incarico dopo la nomina di mons. Domenico Pompili a vescovo di Rieti, Maffeis apprezza il lavoro digitale svolto dagli addetti ai vari canali di comunicazione e soprattutto sprona a proseguire il lavoro dal basso, coinvolgendo le singole diocesi nei lavori preparatori.

L'intervento di padre Francesco Patton su "La relazione con il creato: l'enciclica Laudato si'" al corso per insegnanti di religione cattolica del Trentino "La relazione educativa come
condizione per l’apprendimento", tenutosi presso l'Istituto salesiano di Trento il 3-4 settembre 2015.

"La scuola è un atto di speranza che si compie ogni giorno". Lo ricordava nella giornata della Maratona di Primavera della scuola cattolica, l'11 maggio 2014, suor Eugenia Libratore, morta domenica 6 settembre all’età di 78 anni all'ospedale Santa Chiara. "Storica" preside dell'Istituto Sacro Cuore di Trento e Superiora di quella comunità religiosa fino a due giorni prima del ricovero in ospedale, in questa intervista inedita rilasciata a Vita Trentina l'11 maggio 2015 in occasione della "Maratona di primavera" parla di scuola, di scuola paritaria, di educazione con la passione che la contraddistingueva.

"La scuola è un atto di speranza che si compie ogni giorno". Lo ricordava nella giornata della Maratona di Primavera della scuola cattolica, l'11 maggio 2014, suor Eugenia Libratore, morta domenica 6 settembre all’età di 78 anni all'ospedale Santa Chiara. "Storica" preside dell'Istituto Sacro Cuore di Trento e Superiora di quella comunità religiosa fino a due giorni prima del ricovero in ospedale, in questa intervista inedita rilasciata a Vita Trentina l'11 maggio 2014 in occasione della "Maratona di primavera" parla di scuola, di scuola paritaria, di educazione con la passione  che la contraddistingueva.