Meridiani

L’associazione Docenti Senza Frontiere (DSF) ha in corso a Kobane in Siria un intervento finanziato dalla Provincia autonoma di Trento dal titolo altamente significativo di “Alan’s rainbow” (arcobaleno di Alan).

La zona a sud-ovest della Siria, la città di Daraa, è nel mirino dei bombardamenti dell’esercito regolare di Assad, in un’offensiva dissennata che vede coinvolti anche i soldati di Russia e dell’Iran (tramite le truppe di Hezbollah). A pagare il prezzo più alto – come sempre nelle guerre - è la popolazione civile.

Il Pakistan va al voto in un clima pesante, tra attentati e uccisioni mirate, in una società già percorsa da mille tensioni di carattere etnico e religioso. Impensierisce il rivitalizzarsi dell’islam più radicale e intollerante che prende di mira l’occidente.

C’è speranza tra le strade di Wau, seconda città del Sud Sudan, a pochi giorni dalla firma di un nuovo accordo di pace tra i due grandi rivali – il presidente sud sudanese Salva Kiir e l’ex vice-presidente Reik Machar – che, dal dicembre 2013, hanno trascinato il più giovane stato dell’Africa, nato nel 2011, nella guerra civile.

C’è anche l’italiana Leonardo Spa (già Finmeccanica) nel rapporto di Corruption Watch sulla “zona grigia” che caratterizza in molti casi i principali appalti militari internazionali, pubblicato in italiano e rilanciato da Re:Common e Rete Italiana per il Disarmo. Si chiede maggiore trasparenza all’azienda, il cui azionista di maggioranza è il Governo italiano.

La visita della delegazione dei vescovi americani, guidati dal cardinale Daniel DiNardo, ai confini tra Messico e Stati Uniti, nella valle di San Juan in Texas. Hanno ascoltato testimonianze e fatto domande, hanno parlato con gli agenti di frontiera, si sono commossi.

Cinque anni fa, il 1 luglio 2013, la Croazia entrava a far parte dell'Unione europea. Un dossier curato dall'Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa fa il punto.

Parte dai piccoli Comuni gemellati l'Europa dei cittadini. Nei giorni scorsi i Comuni di Cavedine Drena e Ronzo Chienis si sono ritrovati con le rispettive città gemelle di Eggolsheim, Hallerndorf e Buttenheim.

Sabato 7 luglio Bari, finestra sull’Oriente, per volere di Papa Francesco chiamerà a raccolta tutta la Chiesa universale per un incontro di preghiera e di riflessione a cui parteciperanno i capi delle Chiese del Medio Oriente.

Alfonsina Storni è stata una scrittrice e poetessa argentina che nell’ambito della letteratura latinoamericana si è distinta per aver saputo parlare soprattutto alle donne.

Terra violentissima, il Messico: accanto allo Stato legale – imbelle e corrotto - esiste e serpeggia, come una tarantola impazzita, uno Stato di tipo illegale parallelo costituito dai tanti cartelli del narcotraffico.

Destinazione Brasile per Alice, studentessa di giurisprudenza all’Università degli Studi di Trento, una delle quattro vincitrici del concorso “In Un Altro Mondo” promosso dalla Cei.

Per Albania, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Serbia e Macedonia l’adesione vera e propria all’Unione europea rimane lontana, ma le loro economie sono fortemente legate ai Paesi membri. Nei piani dell’Ue ci sono nuove autostrade, banda larga e roaming.

Una coalizione di organizzazioni per la libertà di espressione ha lanciato la campagna “I Subscribe” per il giornalismo indipendente in Turchia. L’iniziativa incoraggia i lettori di tutto il mondo ad abbonarsi, in segno di solidarietà, ai pochi giornali indipendenti rimasti in Turchia.

C’è un villaggio nel Nord del Benin (Africa occidentale) che si chiama Kodowari. In quel villaggio si è scavato un pozzo il quale è stato dedicato a Josef Mayr-Nusser. L’iniziativa è del Pozzo di Giacobbe – Jakobsbrunnen.

A Gaza – questa Striscia di terra abitata dai palestinesi, circa due milioni, assiepati come sardine in un territorio piccolissimo - i venerdì di protesta e di sangue si susseguono nell’indifferenza dell’opinione pubblica internazionale.

La spesa militare mondiale continua ad aumentare: 1.739 miliardi di dollari nel 2017. Questo comporta, di conseguenza, anche un incremento del commercio mondiale. Le guerre non cessano mai perché i governi hanno sempre più interesse a vendere e comprare armi.