Meridiani
stampa

Martina e Marcella raccontano l'esperienza di un mese in missione nella vastissima parrocchia di padre Iginio Mazzucchi

“L'Amazzonia ci ha sorpreso”, la testimonianza di Martina e Marcella

Condivisione, coinvolgimento, sorpresa. Vengono subito in mente queste tre parole ripensando all'affollato incontro “Esperienza missionaria in Amazzonia”, organizzato venerdì 15 novembre nella sala polifunzionale di Martignano.

Parole chiave: Amazona (1), Iginio Mazzucchi (1), missione (1126), Centro missionario diocesano (22), Brasile (199)
Careiro Castanho  (Amazonas) - L'Asilo Buon Pastore è uno dei progetti sostenuti dal missionario trentino padre Iginio Mazzucchi. - 2019

Careiro Castanho (Amazonas) - L'Asilo Buon Pastore è uno dei progetti sostenuti dal missionario trentino padre Iginio Mazzucchi. - 2019

Condivisione, coinvolgimento, sorpresa. Vengono subito in mente queste tre parole ripensando all'affollato incontro “Esperienza missionaria in Amazzonia”, organizzato venerdì 15 novembre nella sala polifunzionale di Martignano.

Durante la serata Martina e Marcella hanno raccontato del viaggio che lo scorso agosto le ha portate in Brasile, a Careiro Castanho. Un comune di circa 30 mila abitanti, situato nello Stato di Amazonas, proprio dentro la foresta amazzonica. In quell'area opera padre Iginio Mazzucchi, nato in Trentino a Ronzo Chienis, ma trasferitosi dall'età di ventuno anni nel grande Paese del Sud America.

Martina e Marcella a Careiro hanno conosciuto il Progetto Crescere dell'Associazione LanteriHumanitas che padre Iginio porta avanti con l'aiuto di tanti volontari. Progetto comprendente svariate attività socio-educative, quali l'Asilo Buon Pastore dedicato ai bambini in età prescolare e la LanteriAma una casa dove sono ospitati ragazzi fino ai diciotto anni. Un luogo per imparare a vivere e a specializzarsi in un mestiere per poi tornare rinforzati a casa o per spostarsi altrove, avendo però più possibilità di stare lontani dalla vita di strada.

Padre Iginio Mazzucchi

Padre Iginio Mazzucchi

Padre Iginio e i suoi collaboratori curano una parrocchia vastissima comprendente la città di Careiro Castanho e svariati villaggi dispersi all'interno dell'Amazzonia, a volte molto distanti l'uno dall'altro. In una simile situazione la diffusione delle notizie è difficile, ma rimane un diritto fondamentale di tutti. Per questo, sempre nel Progetto Crescere, padre Mazzucchi ha creato Radio Castanho. Un'emittente attraverso la quale trasmettere la messa, le notizie e naturalmente la musica. In questo modo ogni persona, anche se vive nella foresta, è aiutata a sviluppare un proprio pensiero critico per leggere la realtà con maggiore consapevolezza.

Martina e Marcella raccontano come in Brasile più che aver fatto concretamente qualcosa di particolare, abbiano “vissuto”. Molto tempo lo trascorrevano all'asilo. Sono rimaste con i piccoli alunni, incontrando a volte storie non facili. Hanno imparato molto dalla dedizione delle maestre locali, impegnate non solo a educare i bimbi e a nutrirli (da intendersi nel senso letterale del termine, perché spesso il pasto consumato all'asilo per molti è l'unico della giornata), ma a prendersene cura globalmente.

Per il resto del tempo le ragazze hanno accompagnato padre Iginio nei suoi molti impegni. Si sono lasciate sorprendere da quanto vedevano di nuovo: dalla bellezza della foresta rigogliosa, dal piacere di giocare insieme (sono riuscite a insegnare ai ragazzi brasiliani più grandi la scala quaranta) o le messe molto sentite dai fedeli. In generale sono rimaste colpite dalla sincera ospitalità della popolazione.

Martignano - Martina e Marcella raccontano l'esperienza estiva in missione, organizzata dal Centro Missionario Diocesano. - 15/11/2019 -

Martignano - Martina e Marcella raccontano l'esperienza estiva in missione, organizzata dal Centro Missionario Diocesano. - 15/11/2019 -

Le giovani sono volate in Brasile partecipando a una delle diverse esperienze estive in missione, organizzate dal Centro Missionario Diocesano in Sud America, Africa e Asia. La proposta si completa con un accurato corso di preparazione che inizia prima della partenza e termina con alcuni incontri fissati al rientro in Trentino. Proprio perché la missione, spiegano dal Centro Missionario, non finisce con un mese trascorso in terre lontane ma continua tornati in Italia, nel proprio paese, dentro la vita di ogni giorno.

La serata si è conclusa con Ritmo Quente, un coinvolgente ballo tipico brasiliano eseguito da Martina, Marcella e dal Gruppo Giovani di Martignano. Le offerte raccolte sono state devolute al Progetto Crescere.

“L'Amazzonia ci ha sorpreso”, la testimonianza di Martina e Marcella
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento