Politica&Società

Sul Treno della Memoria, tra i 178 ragazzi trentini, c'erano anche Lorenzo, Michele ed Elisa, tre giovani con sindrome di Down: una testimonianza fortissima e concreta di solidarietà e accoglienza.

L'Apas inaugura il nuovo laboratorio per la formazione al lavoro di detenuti ed ex detenuti. Spazi più ampi e dignitosi in via Linz a Trento.

Il tesserino dell'Ordine dei giornalisti è stato consegnato ai familiari di Antonio Megalizzi, il giovane reporter trentino morto in seguito alle ferite riportate nell'attentato terroristico dell’11 dicembre scorso a Strasburgo. La cerimonia si è svolta nella sede di Trento dell’Ordine.

Progetti, incontri, pubblicazioni. Nonostante i suoi 74 anni don Luigi Ciotti è un fiume in piena. Lo incontriamo all'indomani della serata nell'auditorium del Duomo. Le ore di sonno sono state poche, ma la sua energia è contagiosa. Trovare la scorta nel cortile fa sempre effetto, ma per il sacerdote di origini bellunesi sono ormai una seconda famiglia.

Sul reddito di cittadinanza piovono gli emendamenti. La misura fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle, attualmente in discussione in commissione Lavoro al Senato, andrà in Aula martedì 19 febbraio, carica di emendamenti. A Trento il Consiglio provinciale approva modifiche all’assegno unico, introducendo il requisito dei dieci anni di residenza in Italia.

Quale accoglienza e quale sicurezza?”. L’interrogativo è stato posto con forza nella serata organizzata martedì 12 febbraio a Rovereto, presso la sala della Filarmonica. Un evento molto sentito e partecipato, per analizzare criticamente la cosiddetta “legge Salvini".

Si è parlato dell’accoglienza delle persone senza dimora nel pomeriggio di venerdì 25 gennaio nella sala della Fondazione Caritro di Trento, per iniziativa di Olre l'accoglienza e Cnca. Con quali strategie d’intervento è affrontato il disagio delle persone adulte in uno stato di grave emarginazione?

AAA. Adozione, affido, accoglienza. Un mettersi in gioco all'insegna del "Dònàti", nella sua doppia accezione - "Fatti un dono: dona una famiglia a chi non l'ha" -, slogan scelto dal Forum nazionale delle famiglie per trasmettere il valore di affido e adozione e per rilanciare il tema dell’accoglienza familiare in occasione della campagna nazionale di sensibilizzazione.

Giovedì 31 gennaio a Trento la firma di un protocollo scuola-informazione per contrastare i fenomeni di odio anche on line e le fake news e un seminario a Giurisprudenza sulla libertà di informazione.

Paolo Borrometi da anni si occupa di criminalità organizzata. Direttore della testata giornalistica “La Spia” lavora a Tv2000 ed è presidente dell’associazione “Articolo 21”. Dal 2014, a causa delle continue minacce, vive sotto scorta..

Con la mostra “Terra Mala. Viaggio nella Terra dei Fuochi” il Museo Diocesano Tridentino apre una riflessione su un tema ambientale di scottante attualità, solo in apparenza distante dalle dinamiche di un museo ecclesiastico.

Si sblocca, dopo 10 giorni in mare, la situazione della nave Sea Watch 3 ferma nel porto di Siracusa con a bordo 47 migranti soccorsi in mare. Nei giorni scorsi in tutt'Italia si erano moltiplicate le iniziative di protesta contro la gestione della vicenda. Anche in Trentino associazioni e singoli cittadini si mobilitano. Sabato 2 febbraio, come altrove in Italia, si terrà a Trento una manifestazione contro razzismo e xenofobia.

L'assemblea unitaria indetta dai sindacati Fp Cgil, Cisl Fisascat e Uil Fpl sulle conseguenze dei tagli della Giunta Provinciale sul sistema di accoglienza trentino, tenutasi nei giorni scorsi, ha fatto registrare la presenza di un centinaio di operatori delle varie cooperative ed enti interessati.

La nuova giunta varata a Bolzano in questi giorni è il primo governo provinciale di centrodestra della storia del Sudtirolo: Svp più Lega Salvini. L’altra ipotesi praticabile, una coalizione con Pd e Verdi, non è stata presa in considerazione.

Nuovo centro che rinascerà nel perginese è il compendio ex San Patrignano, a Castagnè San Vito. Chiuso da ormai 4 anni, il centro, che si articola in diversi e aree e complessi, è stato rilevato dalla cooperativa sociale Kaleidoscopio.

La tessitura di una solida e proficua rete collaborativa tra associazioni, cooperative, famiglie, istituzioni pubbliche e mondo del lavoro sta consentendo a decine di ragazzi diversamente abili (e sensibili) di concretizzare le proprie aspirazioni di vita autonoma e indipendente. Le coordinate geografiche di riferimento individuano un punto ben preciso, la Valle dei Laghi, territorio da sempre proteso al soddisfacimento dei bisogni di cura e di accoglienza dei suoi 10 mila e rotti abitanti, maggiormente oggi in seguito all’inesorabile contrazione delle risorse pubbliche.