Politica&Società

Quarta edizione del concorso artistico-letterario internazionale promosso dall'associazione Prodigio Onlus per ricordare il suo storico presidente e fondatore Giuseppe Melchionna, scomparso nel 2016.

Sarà il centenario della nascita di Chiara Lubich a catalizzare l’attenzione dei trentini in questo Nuovo Anno appena iniziato. Un anniversario destinato ad allargarsi al mondo viste le caratteristiche del Movimento da lei fondato e vocato all’unità e alla mondialità, come sottolineato dalle diverse iniziative predisposte dalla città di Trento in questi mesi.

“Sarebbe Nostro desiderio che poi, ogni anno, questa celebrazione si ripetesse come augurio e come promessa - all'inizio del calendario che misura e descrive il cammino della vita umana nel tempo - che sia la pace con il suo giusto e benefico equilibrio, a dominare lo svolgimento della storia avvenire”. 

Giovanni Odorizzi, per 22 anni direttore del Villaggio, va in pensione. “L’esperienza che ho fatto qui è stato il modo di interpretare una vocazione”.

L'esperienza dei corridoi umanitari, promossi a livello italiano da Comunità di Sant’Egidio, Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e Tavola Valdese, in accordo con i ministeri dell’Interno e degli Esteri.

Tanto rumore per nulla, hanno sostenuto il premier Conte e il ministro dell’economia Gualtieri, assieme a vari parlamentari di maggioranza, a proposito del MES, Meccanismo Europeo di Stabilità, o Fondo salva-Stati. In una comunità è del tutto logico accantonare risorse per eventuali situazioni critiche....

Si sono ritrovati in più di seimila in piazza Duomo a Trento venerdì 6 dicembre sera per la prima uscita pubblica trentina delle sardine, il movimento spontaneo nato con la volontà di difendere i valori della democrazia repubblicana e dell'antifascismo, portando nelle piazze messaggi di fraternità e non di divisione, e sottraendole così a chi ne ha fatto i luoghi di una campagna elettorale permanente.

A Renzo Dori, presidente della Consulta provinciale per la Salute, chiediamo di commentare le conclusioni del seminario di Fap Acli e, più in generale, di valutare l’apparato provinciale di assistenza agli anziani.

Non c'è manifestazione che non riproponga il dilemma: ma quanti diavolo erano i partecipanti? Affidarsi alle immagini non sempre aiuta. Come uscirne? Gli strumenti online non mancano.

In occasione della Giornata Mondiale dei sopravvissuti (familiari e amici di persone morte per suicidio) mercoledì 20 novembre si è tenuto alla Filarmonica di Rovereto un interessante incontro dal titolo “Parlarne aiuta”, Youngle e App To Young, progetti di prevenzione e consulenza online” con la presenza come relatore di Stefano Alemanno, educatore e pedagogista dell’Ufficio progetti innovativi del Comune di Firenze. Vi hanno partecipato i Clubs Service di Rovereto, Vallagarina, Riva del Garda e l’Associazione AMA (Auto Mutuo Aiuto).L’attenzione è stata rivolta ai ragazzi e ai giovani, che dentro la nostra società vivono con fatica e nella solitudine la loro giovane e ancora fragile esistenza.

“Voi trentini sapete cosa vuol dire camminare sui sentieri di montagna... l’importante è fare ogni giorno qualche passo concreto in avanti”. Il ministro della famiglia Elena Bonetti, ex incaricato nazionale Agesci per Rover e Scolte (nonché regista della route nazionale di San Rossore), usa l’immagine scout della strada per affrontare con realismo i ritardi nelle politiche familiari. Docente universitaria e mamma di due figli non si sottrae anche da riferimenti “comuni” alla vita familiare.

NPer gli anni a venire, si parla addirittura di “vuoto demografico”. In soli dieci anni – dal 2008 al 2018 – le nascite in Italia si sono ridotte del 22%, e non si può dire che il Trentino sia immune a questo trend, nonostante il suo tasso di fecondità (1,50) sia più elevato rispetto alla media italiana (1,34).

Rovereto, Città della Quercia, è anche città degli alberi? Una domanda volutamente provocatoria, in senso propositivo, per festeggiare, lo scorso 21 novembre, la giornata nazionale degli alberi, istituita ufficialmente dalla legge 10 del 2013, che prevede anche per centri superiori ai 15 mila abitanti la “messa a dimora” di un albero per ogni nuovo cittadino nato o adottato nel comune. Si tratta di una legge ancora applicata solo in piccola parte.

È nata nel pomeriggio di martedì 3 dicembre la Fondazione Antonio Megalizzi, che si propone di operare nel ricordo del giovane giornalista radiofonico trentino tragicamente ucciso a Strasburgo nel corso di un attentato terroristico per promuovere i valori di cui lo stesso Antonio si faceva quotidianamente portatore.

Papa Francesco, che nel messaggio inviato alla Conferenza sul clima Cop 25, in corso a Madrid, in Spagna, chiede “una chiara, lungimirante e forte volontà politica. In sintonia con le parole del Segretario Onu Guterrres. Segue i lavori anche una delegazione di studenti trentini.

Aè questo il momento di unire le preoccupazioni, le risorse, i progetti con quelli che nascono dalle comunità, come sopra abbiamo visto, per poter lavorare insieme, cogliere messaggi e stimoli comuni e creare così presupposti veri di prevenzione? b

Non si è fermato all’analisi del decremento demografico che attanaglia il Paese il Festival della Famiglia. Il demografo Alessandro Rosina ha puntato sulle misure di contrasto in grado di arginare il calo delle nascite. Nella sua relazione d’apertura del Festival, lunedì pomeriggio al Sociale davanti al ministro Bonetti, all’Arcivescovo Tisi e alle autorità locali Rosina ha precisato che le politiche familiari “devono uscire da una logica contingente”.

Una giornata di festa e la celebrazione dell’Eucaristia hanno segnato la conclusione dell’adeguamento liturgico della chiesa della cittadina emiliana di 4 mila abitanti sconvolta dal terremoto del 2016. Un inedito gemellaggio spirituale e artistico con la sezione di Trento dell’UCAI (Unione Cattolica Artisti Italiani).

.

Progetto Aisha ha stretto un accordo con l’Associazione Islamica Italiana degli Imam; è stato scelto l’imam Baraa Elobeidi della moschea Santa Miriam di Milano come consigliere spirituale dell’associazione.