Politica&Società

La Procura chiede l’archiviazione del procedimento relativo al manifesto elettorale di Casapound, escludendo che volesse “propagandare idee fondate sull’odio e sulla discriminazione razziale”. Il manifesto razzista era stato invece stigmatizzato in modo abbastanza diretto dal vescovo Ivo Muser.

Sala stracolma in via Manci a Trento nella sede della Sat per il confronto sul progetto TransLagorai di “riqualificazione” della catena montuosa del Trentino orientale.

Da leghista d’opposizione a leghista di governo. Quello della Provincia, nello specifico. Maurizio Fugatti, nuovo presidente della giunta provinciale di Trento a trazione leghista – lo affiancheranno quattro compagni di partito, oltre a un esponente del Pt, Tonina, e all’assessore “esterno” Spinelli -, nell’intervista concessa a Vita Trentina martedì 12 poco prima di andare a presentare la sua squadra, fa capire dove ci sarà continuità con le scelte di chi l’ha preceduto e dove invece sarà più marcato il cambio di passo.

La prima riunione della nuova Giunta provinciale si terrà venerdì 16 novembre a Dimaro, come gesto di vicinanza alla popolazione provata dal disastro ambientale. I sette assessori – due donne – sono stati presentati martedì pomeriggio dal presidente Fugatti.

Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ha firmato il decreto di nomina degli assessori. Faranno parte della Giunta provinciale i consiglieri Mirko Bisesti, Roberto Failoni, Stefania Segnana, Mario Tonina e Giulia Zanotelli. Inoltre Achille Spinelli in qualità di assessore tecnico.

Andreotti sceglie il registro del diario e riparte dall’intesa fra Pptt-Ue e Uatt sancita in quella telefonata che si ritrova anche nella copertina del libro in un bel disegno. Avvocato e giornalista, Andreotti entra in politic a 44 anni e “firma” ben tre legislature con alleanze diverse, inaugurando però anche una stagione di forte intesa fra mondo autonomista e cattolicesimo democratico che portò anche all’idea dell’Euroregione alpina.

A novembre si terrà “Montagna accessibile – Trentino per tutti. I Marchi di Qualità Open”, quattro incontri promossi da Accademia della Montagna del Trentino-Trentino School of Management con la cooperativa HandiCREA e il patrocinio del Comune di Rovereto e della Comunità delle Giudicarie. L’iniziativa nasce per far conoscere i Marchi di Qualità Open.

Sconcerto e sdegno per il modo in cui sul quotidiano L’Adige di Trento Lucio Gardin domenica 4 novembre ha affrontato la questione del femminicidio. In poche ore raccolte centinaia di firme per manifestare “”.

La proclamazione nella giornata di sabato 3 novembre degli eletti in Consiglio provinciale ha chiuso le procedure delle elezioni del 21 ottobre. Il riconteggio dei voti ha portato all’ingresso in Consiglio per la Lega di Gianluca Cavada al posto di Alessandro Savoi (che potrebbe però subentrare ad una delle parlamentari). Fuori di soli 2 voti Walter Viola nella lista del PATT e per pochi voti Giacomo Bezzi (Unione di Centro), che sta valutando un ricorso.

Il Mediterraneo, il Mare Nostrum, torna ad essere Mare Monstrum: di nuovo si contano le vittime. “Mediterranea”, piattaforma di realtà della società civile, ha ripreso la propria missione di monitoraggio e denuncia nel Mediterraneo e la presenta a Trento giovedì 8 novembre.

“Il Ministro Bussetti (tecnico, indipendente, di area leghista, ndr) con mia sorpresa mi ha comunicato la revoca immediata dell'incarico di Presidente Asi. È il primo spoil system di Ente di Ricerca”. Lo ha annunciato Roberto Battiston su Twitter.

Dalla difesa “sempre legittima” al principio del “grave turbamento”. Sono queste alcune delle novità della legge sulla legittima difesa votata al Senato, e ora in attesa dell’esame del provvedimento alla Camera. Ne parliamo con Giorgio Beretta, analista dell’Opal.

I numeri non mentono. Lo conferma la nuova edizione del Dossier statistico immigrazione 2018. Il Dossier offre un’analisi organica delle migrazioni approfondendone vari aspetti e sconfessando molti luoghi comuni. Uno strumento prezioso, considerato che l’Italia è il Paese al mondo con il più alto tasso di disinformazione in materia di immigrazione. Non mancano cifre e considerazioni riferite al Trentino.

“Il club per il ben-essere della nostra Comunità”. Questo il tema dell’interclub zonale dell’ACAT Primiero, Vanoi e Mis riunitosi lo scorso 19 ottobre alle Sieghe di Imer. Un incontro che si svolge annualmente per testimoniare la presenza e le esperienze di come sia possibile non rimanere prigionieri di una dipendenza, qualunque essa sia, mettendo di fronte i Club territoriali e la popolazione locale.

Lo psicoterapeuta Domenico Barrilà, da sempre molto attento all’influenza dei fenomeni sociali sulla psiche, si è domandato come la tecnologia influenza le menti dei nostri ragazzi e il nostro rapporto con loro, affrontando la sfida pedagogica lanciata dall'universo digitale nel suo nuovo libro, I superconnessi, presentato a Trento.

Sono soprattutto i giovani che continuano a partire dall’Italia (37,4%) e i giovani adulti (25,0%), ma si assiste anche a un forte aumento del numero di italiani ultracinquantenni che scelgono di trasferirsi all’estero. E’ una delle novità che emergono dal 13° Rapporto Italiani nel mondo, curato dalla Fondazione Migrantes e presentato mercoledì 24 ottobre a Roma..