Politica&Società

Un giorno di festa, ma anche tante giornate di vita normale. Nella domenica settembrina in cui le famiglie trentine festeggiano il giubileo, si portano addosso anche il grembiule del quotidiano, quell’abito feriale – talvolta stressante e faticoso, sempre colorato - che le fa comunque crescere e diventare grandi.

Venzone, Gemona, Artegna, Taipana, Lusevera, Trasaghis, Bordano, Osoppo, Montenars, Buja sono località distrutte dal terremoto del Friuli-Venezia Giulia del 6 maggio 1976 che ha provocato quasi mille morti e 45 mila senza tetto. I comuni investiti principalmente dal sisma furono 77.

Anche in valle del Natisone l'8 agosto sono state ricordate le vittime della tragedia nella miniera di carbone di Marcinelle in Belgio del 1956. Fra i 262 minatori deceduti figuravano infatti anche 136 italiani, una decina originari del Friuli, uno anche trentino, Primo Leonardelli, 36 anni celibe di Viarago di Pergine.

L'orso rappresenta una bandiera, anche se sempre più moscia per le note polemiche sugli episodi di predazione ad animali domestici, non solo per il Trentino, ma anche per le Valli del Natisone, dove il plantigrado è di casa, a causa delle ripetute incursioni in territorio friulano dei progenitori e fratelli sloveni degli orsi trentini.

Già parlamentare italiano ed europeo, primo segretario del Partito Popolare sorto sulle ceneri della DC, Pierluigi Castagnetti è l’autore della Lectio degasperiana 2013 sul tema del rapporto fra Alcide De Gasperi e Giuseppe Dossetti, di cui Castagnetti fu collaboratore. Radio Trentino inBlu lo ha intervistato.