Politica&Società
stampa

In Consiglio provinciale passa la modifica dell’assegno unico

Il “reddito” divide, a Roma come a Trento

Sul reddito di cittadinanza piovono gli emendamenti. La misura fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle, attualmente in discussione in commissione Lavoro al Senato, andrà in Aula martedì 19 febbraio, carica di emendamenti. A Trento il Consiglio provinciale approva modifiche all’assegno unico, introducendo il requisito dei dieci anni di residenza in Italia.

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito