Politica&Società
stampa

Riflessione a due voci sulle solitudini nella ReteL

Per due ore (almeno) senza cellulare

Preferiamo fidarci di una persona in carne e ossa o affidare la nostra vita ad un algoritmo? Quanto tempo adolescenti e adulti trascorrono connessi alla Rete, senza saper distinguere vantaggi e rischi e sviluppando una dipendenza dannosa senza esserne consapevoli?

Parole chiave: tecnologie digitali (1), Serena Valorzi (1), Instagram (3), social network (77), Mauro Berti (3), libri (1846)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito