Politica&Società
stampa

Un approfondimento sociologico della condizione giovanile

Under 35, luci e ombre

È una generazione in bilico, quella dei “millennians”, i nati nei primi anni ottanta e primi anni novanta: l’Italia registra, infatti, la quota maggiore in Europa di chi non studia più, ma ancora non lavora. A dire questo è il Rapporto sulla condizione giovanile in Italia, curato dall’Istituto Toniolo dell’Università Cattolica, un percorso nell’universo giovanile, che prende in esame la dimensione educativa e sociale, insieme al mondo del lavoro.

Parole chiave: chiesa (6385)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito