Dalla terra al piatto

stampa

Saranno le giornate più corte, o forse il primo freddo, ma anche le sere piovose, oppure tutte e tre queste cose assieme che fan venir voglia di fare merenda con un dolce rustico della tradizione. Proprio così come accadeva una volta (e come accade ancora in tante case): attorno al fuoco, accompagnato con un bicchiere di latte caldo.

Sei paesi europei stanno portando avanti l'iscrizione nella prestigiosa lista UNESCO del Patrimonio Alimentare delle Alpi. E’ possibile firmare la carta dei principi del progetto e sostenere la candidatura.

Carne, pesce, ma anche molte verdure e sughi cuociono sotto la temperatura di ebollizione dell'acqua raggiungendo una consistenza unica e mantenendo intatti aromi e sapori.

L'esempio più concreto della diversità alpina è evidente anche nei grassi utilizzati per cucinare.

Passato agosto è già tempo di raccolta. Tra l'uva e le mele è il momento delle susine, anche in terra trentina.

Caldo ma senza eccessi, pioggia ma mai troppa, alternata a fasi di nebbia umida: clima perfetto per i funghi, che infatti non hanno tardato ad arrivare. Se il vostro primo raccolto della stagione è stato fruttuoso ecco 5 ricette - dall'antipasto al dolce – a base di funghi.

Mi ha sempre affascinato molto osservare come l'ambiente in cui ci troviamo condiziona il modo in cui mangiamo e in cui percepiamo gusti, sapori e consistenze di una pietanza. Condizionamenti che gli studiosi di marketing conoscono benissimo.

Con la monticazione delle malghe e l'inizio della stagione dell'alpeggio la cucina di montagna si arricchisce di tanti gustosi ingredienti freschi che appartengono alla nostra tradizione culinaria da secoli.

Un solo elemento non è mai mancato in nessuna epoca e a nessuna latitudine: il sale. Il cloruro di sodio è una sostanza indispensabile per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Il ruolo della tecnologia dovrebbe essere quello di agevolare e semplificare gesti e azioni quotidiane, come ad esempio quello di cucinare: robot, frullatori riscaldanti, forni a vapore entrano nelle nostre case per aiutarci a fare meglio e in meno tempo ciò che già comunque facevamo in altri modi.

Negli ultimi anni la cucina gourmet fa grande sfoggio di germogli e erbe spontanee, in tutti i piatti: dagli antipasti fino ai dessert.

Nello scorso numero di questa rubrica ho approfondito il tema della panificazione tra le mura domestiche. Questa settimana vorrei invece cercare di fare chiarezza sul lievito, e in particolare sulla pasta madre, un ingrediente talmente antico da accompagnare l'uomo fin dagli albori della civiltà.

Un panetto di burro genera molto spesso suggestioni contrastanti non solo tra gli ospiti dello stesso tavolo, ma anche nella coscienza gastronomica di ognuno di noi: irresistibile golosità, colesterolo, calorie, profumo, salute, tradizione, montagna...

Muffin, macaron, madeleine ma anche crepes, marshmallow e ciambelle fritte sono alcune delle ricette che è possibile realizzare senza più utilizzare uova: un'ottima notizia per chi è intollerante all'uovo, per chi ha scelto una dieta vegana o per chi decide di alleggerire i propri piatti.

Molto deve essere fatto anche tra le mura domestiche dove l'80% degli alimenti che viene buttato nella spazzatura è ancora commestibile, come ha dimostrato una ricerca condotta sulle abitudini di 400 famiglie italiane.

In Trentino si trova il primo allevamento italiano di grilli a scopo alimentare. L'entrata in vigore del Regolamento UE 2015/2283 dà il via libera alla commercializzazione e al consumo di insetti a tavola.