Orto & Giardino

stampa

Se avete qualche pianta di olivo in giardino o nel vostro piccolo podere controllate se alla sua base sono spuntati e cresciuti durante la stagione polloni. Non tagliateli, ma utilizzateli per dare vita a qualche nuova pianta..

E’ ancora possibile interrare in vasi, cassette o terrine da porre sul terrazzo o sul poggiolo di casa i bulbi di bulbose quali tulipano, giacinto, crocus ed altre bulbose che fioriranno all’inizio della primavera.

I crisantemi sono ideali per la coltivazione nelle bordure, ma anche in vasi o cassette da terrazzo o balcone. Coltivati in aiola la fioritura dura fino al sopraggiungere della stagione fredda. Vogliono posizioni soleggiate e nelle zone ventose vanno preferiti i crisantemi a stelo corto.

La cima di rapa è una orticola comune soprattutto nelle regioni del Sud Italia. Si può coltivare anche al Nord.

Il mirtillo gigante americano. Esso vuole terreni molto acidi e costantemente umidi. Esige un pH sempre al di sotto di 5 e suoli ben dotati di sostanza organica da letame o suoi simili.

Si parla spesso di castagne e marroni senza saperne il loro vero significato. Anche da parte degli adulti. Sono due cose diverse..

Il frutto del sorbo domestico si deve raccogliere in autunno quando ha un colore  rosso aranciato e consistenza piuttosto dura.  In questo momento le sorbe sono molto astringenti e quindi immangiabili essendo molto ricche di tannini e pectine.

Il frutto del sorbo domestico si deve raccogliere in autunno quando ha un colore  rosso aranciato e consistenza piuttosto dura.  In questo momento le sorbe sono molto astringenti e quindi immangiabili essendo molto ricche di tannini e pectine.

Il geranio è pianta che ama il sole e i climi freschi. Per questo è in grado di esprimere il meglio di sé nelle zone alpine.

Quali specie piantare sul balcone per evitare presenze sgradite (api e vespe)? L’esperto risponde.

Il pisello odoroso si può coltivare sul terrazzo in vaso o nel giardino. Ma ha bisogno di alcune cure. Richiede frequenti e costanti annaffiature.

er avere una buona raccolta primaverile è bene trapiantare a settembre i porri e seminare il prezzemolo. Il tutto richiede apporti idrici modesti ma costanti.

Per mantenere sane il più a lungo nel tempo le piante di timo è consigliato tagliare la vegetazione a fine fioritura allo scopo di favorire i ricacci e conseguente rinnovo.

A partire dalla seconda metà di luglio quando la temperatura notturna supera i 20 gradi, quasi tutte le piante grasse entrano in una fase di stasi vegetativa (estivazione). Sospendete pertanto le irrigazioni.

Durante l’estate le piante da fiore del terrazzo non richiedono grandi cure, se non costanti irrigazioni e concimazioni.

Come moltiplicare il rosmarino? Staccare da una pianta sana dei rametti lunghi circa 15 cm. Introdurre la base del ramo per 7 cm. in un vasetto pieno di acqua dal collo largo per facilitare l’estrazione della talea radicata senza rompere le radici.