Orto & Giardino
stampa

Orto&Giardino

Bacche beneauguranti

Il colore delle bacche del vischio è diverso a seconda della specie che ospita questo emiparassita vegetale.

Parole chiave: agricoltura (2179)

BACCHE BENEAUGURANTI DAI COLORI DIVERSI. Il colore delle bacche del vischio è diverso a seconda della specie che ospita questo emiparassita vegetale. Sulle conifere (abete e pino silvestre o rosso) o su piante a foglia caduca (melo, mandorlo, susino) questo arbusto produce bacche di colore bianco crema o bianco perla. Su piante di ginepro le bacche sono di colore brillante blu notte. Il vischio detto “quercino” proprio perché cresce sulle piante di quercia in un passato non troppo lontano era apprezzato e ricercato, soprattutto dai  bracconieri in quanto produce bacche di colore giallo-oro dalle quali si ricavava la sostanza altamente appiccicosa con la quale si catturavano di frodo gli uccellini che vi rimanevano invischiati con le zampe o con le ali. Oggi questa pratica, retaggio del tempo, è severamente vietata da specifica legge.

STOP AI RODITORI. Nelle serre o nei minitunnel di materiale plastico durante la stagione fredda Il danno da topi può inizialmente passare inosservato. I roditori però si nutrono delle tenere radici, rizomi, tuberi o germogli e si muovono sottoterra nelle gallerie che via via scavano. L’effetto di questo comportamento si nota però solo quando i cespi di lattughe e insalate a altre verdure da foglia provanate improvvisamente si afflosciano in quanto al loro interno sono stati svuotati delle sostanze di riserva.

Si consiglia pertanto di disporre con anticipo trappole oppure le esche avvelenate avendo l’accortezza di segnalarne la presenza con bastoncino e rinnovarle una volta sparite. Si può ricorrere anche , secondo una pubblicità insistente nel periodo a moderni congegni ad ultrasuoni nelle varie forme e dimensioni, ma che però pare abbiano un effetto repellente decisamente limitato nel tempo.

CACHI ALLAPPANTI.Perché i cachi sono allappanti? Come fare per accelerare la maturazione? (F.L. di Mori).

Ne abbiamo già dato nota qualche settimana fa in questa stessa rubrica, ma vista la richiesta, ne ampliamo la risposta. I cachi sono un prelibato frutto d’autunno, insieme alle nespole. Le bacche acerbe allappano in bocca perché hanno un elevato contenuto in tannini che cala solo con il tempo e quindi li rende adatti al consumo solo dopo qualche tempo dalla raccolta. Il frutto cambia infatti consistenza passando da duro a morbido. Ci sono in commercio varietà che si possono consumare quasi subito. Al momento della raccolta bisogna fare attenzione per non causare ferite sulla buccia e vanno riposti con cura in plateau foderati di carta da giornale o  supporti plastici alveolati ad uno strato. Conservati  in cantina o altro luogo fresco si consumano a mano a mano che maturano consentendo di avere in tavola frutta fresca per un lungo periodo. Per accelerare la maturazione basta mescolarli a qualche mela.

Bacche beneauguranti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento