Orto & Giardino
stampa

Orto&Giardino

Il miele cristallizza

La fluidità del miele dipende dalla proporzione tra glucosio e fruttosio e la tendenza a cristallizzare più o meno rapidamente. Maggiore è il contenuto di glucosio, maggiore e più rapida è la cristallizzazione.

Parole chiave: agricoltura (2176)
Vasetti di mieli diversi ( monofloreali)

Vasetti di mieli diversi ( monofloreali)

IL MIELE CRISTALIZZA? Sono golosa di miele. Non sopporto però che diventino cristallizzati e quindi poco fluidi e spalmabili. Da cosa dipende questo fenomeno?” (M.F.).

Il miele contiene zuccheri (75% ca). Si tratta di zuccheri semplici (glucosio e fruttosio), ma ci sono anche zuccheri complessi come il saccarosio. La fluidità del miele dipende dalla proporzione tra glucosio e fruttosio e la tendenza a cristallizzare più o meno rapidamente.  Maggiore è il contenuto di glucosio, maggiore e più rapida è la cristallizzazione. Il fruttosio invece rende il miele meno cristallizzabile e quindi più fluido e spalmabile.

Questo fenomeno che varia dal tipo di miele (monofloreale o millefiori) è un processo puramente naturale. Va precisato che la maggior parte dei mieli genuini cristallizza piuttosto rapidamente.

FREDDO E PIANTE GRASSE. Le piante grasse sono sempre più diffuse negli spazi abitativi e negli uffici in quanto hanno forme molto varie e richiedono poche cure. ma alcune  devono essere mirate. Oltre alla illuminazione (che deve essere buona) e agli eccessi di umidità (meglio poca acqua) vanno considerate le basse temperature. Le correnti di aria fredda della brutta stagione che entrano in casa causano un ingiallimento dei tessuti col rischio di imbrunimenti e successivi disseccamenti delle piante. Le basse temperature unite magari a eccessi di umidità del substrato possono portare addirittura alla morte di esemplari anche di notevoli dimensioni. Più sensibili al freddo sono  la Crassula, la Sanseveria, la Calanchoe e la Schlunbergera.

LATTUGA IN SERRA. Durante l’inverno l’orticoltore appassionato mira ad avere sulla tavola ortaggi verdi freschi. Se dispone di una serra, grande o piccola o di un tunnel serra, può benissimo coltivare la lattuga, seminandola o trapiantandola. Tra le varietà consigliate è da preferire la “Canasta”, pianta vigorosa a fogliame ampio, frastagliato e a margine dentellato, speso bordato di rosso. Ha un gusto dolce e croccante. Ma anche la “lattuga dei ghiacci” a cespo compatto e tondo oppure la “Brasiliana” di colore chiaro a foglia eretta e croccante, resistente al freddo Viene spesso coltivata tutto l’anno. ottima anche coltivata come lattughino da taglio. Ancora migliore appare la “Quattro stagioni” a cespo voluminoso e tinteggiato di rosso A foglie tenerissime è molto apprezzata a tavola.

Il miele cristallizza
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento