Orto & Giardino
stampa

Orto&Giardino

Sostegni alle rampicanti

Spesso le varietà di fagioli sono legate ad aree geografiche precise, evidenziate anche dalla loro denominazione geografica. Chi, ad esempio apprezza varianti di grosse dimensioni può gustare i fagioli di “Spagna” dal sapore delicato e polpa tenera e carnosa .

Parole chiave: agricoltura (2209)
Fagioli di Lamon e violetto

Fagioli di Lamon e violetto

FAGIOLI… E GEOGRAFIA. Non so se vi siete accorti, ma spesso le varietà di fagioli sono legate ad aree geografiche precise, evidenziate anche dalla loro denominazione geografica. Chi, ad esempio apprezza varianti di grosse dimensioni può gustare i fagioli di “Spagna” dal sapore delicato e polpa tenera e carnosa. Da noi questa varietà è diffusa negli orti e impiegata per preparazioni tipiche come la fagiolata di cipolle, tono e pomodorini. Simili a questi, ma ancora più grandi sono i fagioli “Corona” dalla consistenza cremosa. In Oriente (Giappone) provengono i fagioli detti da noi “soia rossa”, sono ricchi di zuccheri e sali minerali. Ma ci sono anche i fagioli di “Lamon” (Comune del bellunese), grandi, color avorio e scorza sottile; i fagioli “neri messicani”, piccoli e neri e i fagioli “rossi” dalla polpa farinosa e sapore amabile.

PISELLI PROTETTI. I semi di pisello sono molto graditi dagli uccelli. I piselli in questo momento seminati, magari da qualche tempo, stanno emergendo. Tra poco potranno svilupparsi e aggrapparsi ai sostegni ramificati predisposti. Dopo la semina e nei primi tempi dall’emergenza occorre proteggere le aiuole con una rete, delle ramaglie o del tessuto non tessuto. Si consiglia quindi di installare sopra le aiuole dei tunnel coperti con la rete antiuccelli o stendere sul terreno delle ramaglie. Il tutto per impedire che gli uccelli vengano a contatto con i seminati e scavino il terreno col becco, raggiungano i semi e se ne cibino. Tutti i volatili sono golosi di semi, ma in particolare i merli.

CIMATURA DELLE CONIFERE.Nel mio giardino ho delle piante di abete e cedro adulte, alte e rigogliose. Avrei intenzione di cimarle e tagliare qualche ramo. E’ consigliato?” (B.P.)

La “capitozzatura” (cimatura) di una conifera (e quindi anche di abeti e cedri) è un’operazione assolutamente da sconsigliare. Queste piante hanno una crescita monopodiale (una sola cima), quindi il taglio crea uno squilibrio vegetativo (oltre che un danno estetico). Inoltre una pianta capitozzata diventa più pericolosa in caso di folate di vento e i tagli facilitano l’ingresso a funghi devastanti come la carie del legno.

Sostegni alle rampicanti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento