Scelte di fondo
stampa

Editoriale

Dal rispetto nella diversità, una gioia esistenziale

Un 8 marzo dunque per una evoluzione delle relazioni umane in cui ci si rispetta nella diversità per trarne gioia esistenziale. Un cambiamento generativo di liberazione autentica che riguarda uomini e donne e che prepari la strada delle future “marce mondiali” che si uniranno per i diritti umani, per la giustizia sociale, per il clima, per la pace.

Parole chiave: sadsaddasd (89)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito