Salute
stampa

Olio, per contrastare le frodi serve conoscenza

Il direttore dell'Agraria di Riva del Garda: "L'extravergine è riconoscibile dal gusto e dall'odore. Il prezzo non può scendere sotto gli 8 euro"

Olio, per contrastare le frodi serve conoscenza

Non si placa la polemica all’indomani dello scandalo dell’olio d’oliva spacciato per extravergine, scandalo che ha coinvolto sette aziende italiane produttrici di olio, accusate di frode in commercio: Carapelli, Bertolli, Sasso, Coricelli, Santa Sabina, Prima Donna e Antica Badia. Il Condacons promette battaglia legale, annunciando che tutti i cittadini possono richiedere il risarcimento del danno alle aziende.

Sul fronte locale, tra i produttori di olio c’è l’Agraria di Riva del Garda. “L’annata 2015 sarà ottima dal punto di vista qualitativo – spiega il direttore Massimo Fia. - Ma è necessario che il consumatore stia sempre attento alle frodi. L’unico strumento è una maggiore cultura e conoscenza dell’olio” aggiunge. (ascolta qui sotto)

Ascolta l'audio

Olio, per contrastare le frodi serve conoscenza
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento