Salute
stampa

Punti nascita, Rossi e Zeni scrivono al Ministro

Chiedono la deroga per i punti nascita sotto la soglia dei 500 parti all'anno: "Prevediamo un modello flessibile, con rotazione del personale o disponibilità al rientro in servizio in caso di travaglio in corso"

Punti nascita, Rossi e Zeni scrivono al Ministro

Un modello flessibile che preveda, per i punti nascita sotto soglia dei 500 parti all’anno, la presenza di ginecologo, anestesista e pediatra 24 ore al giorno, anche attraverso meccanismi di rotazione del personale, oppure con pronta disponibilità al rientro in servizio attivo in caso di travaglio in corso. È questa l'ipotesi sottoposta al ministro della salute Beatrice Lorenzin attraverso una lettera inviata dal governatore del Trentino Ugo Rossi e dall'assessore alla salute, Luca Zeni.
"Crediamo che l'Autonomia - scrivono Rossi e Zeni - si traduca per noi nel diritto di operare scelte politiche come queste, nell'interesse di tutti i cittadini. Ma vogliamo anche garantire i massimi livelli di sicurezza e di qualità. Applicando i riferimenti astratti sul numero di parti, oggi dovremmo chiudere 4 punti nascita su 6, ma siamo fiduciosi che la valutazione concreta del modello che proponiamo possa consentire un esito diverso". 

Punti nascita, Rossi e Zeni scrivono al Ministro
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento