Salute
stampa

Sanità, Not e riorganizzazione ospedaliera sono le sfide del nuovo direttore

Paolo Bordon, 52anni di Rovigo, è stato nominato direttore dell'Azienda sanitaria provinciale. Ioppi: "Il futuro è la medicina del territorio"

Sanità, Not e riorganizzazione ospedaliera sono le sfide del nuovo direttore

Sanità. Riorganizzazione ospedaliera e Not. Sono le sfide che attendono il nuovo direttore dell'Azienda sanitari trentina, Paolo Bordon nominato ieri dalla Giunta provinciale.

Bordon, 52 anni di Rovigo, è stato fino ad oggi direttore generale Azienda per l’assistenza sanitaria di Pordenone. Capacità di fare squadra, forte motivazione personale e provenienza da una regione autonoma: sono le caratteristiche per le quali è stato scelto tra una rosa di cento candidati.

Firmato un contratto quinquennale da 190 mila euro all’anno.

"Ci congratuliamo con Paolo Bordon – scrivono i sindacati Cgil, Cisl e Uil del Trentino -. Lo attende un lavoro intenso e impegnativo perché la sanità trentina ha bisogno finalmente di avviare concretamente il processo di riorganizzazione”. Per le tre confederazioni resta prioritario assicurare l'accesso a cure di qualità a tutti i cittadini, a prescindere da dove risiedono ed il decollo del nuovo piano ospedaliero. Le specializzazioni più complesse e delicate vanno progressivamente concentrate, ma Trento e Rovereto devono rimanere i due presidi più importanti del territorio. Per il Not si dovranno finalmente avere tempi certi di inizio lavori e per la protonterapia piena integrazione nei Lea del Servizio sanitario nazionale.

"Il futuro è la medicina del territorio" commenta ai nostri microfoni il presidente dell'Ordine dei medici Marco Ioppi. (ascolta qui sotto)

Ascolta l'audio

Sanità, Not e riorganizzazione ospedaliera sono le sfide del nuovo direttore
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento