Salute
stampa

Sanità, sindacati contro il ridimensionamento degli ospedali di valle

La riorganizzazione prevede di tagliare i servizi di punti nascita e urgenze notturne negli ospedali periferici. L'assessore Zeni annuncia nuove assunzioni di personale

Sanità, sindacati contro il ridimensionamento degli ospedali di valle

Sanità. Saranno circa 50 i medici che verranno assunti dall’Azienda sanitaria nei prossimi mesi per far fronte alla carenza di organico, in particolare anestesisti, dovuta alla riorganizzazione imposta dall’entrata di vigore della normativa europea sugli orari di lavoro. Domani verrà portata in giunta provinciale la proposta dell’assessore Zeni che dà mandato all’azienda sanitaria di avviare le procedure di concorso per l’assunzione di nuovo personale medico, tra anestesisti, ostetriche e pediatri.

La nuova organizzazione prevede la riduzione dell’operatività dei punti nascita e delle urgenze negli ospedali periferici. In base al piano definito dall’Azienda sanitaria e dalla Provincia, nei nosocomi di Tione, Cavalese e Arco si potrà partorire solo di giorno, mentre nelle ore notturne e nei fine settimana la partoriente sarà trasferita nell’ospedale più vicino.

Stesso discorso per le urgenze: i codici rossi notturni negli ospedali di Cavalese, Borgo Valsugana, Tione e Arco saranno trasferiti a Trento, Rovereto oppure Cles. 

Contro il nuovo piano sanitario si schiera la politica, in particolare Upt e Ual: "Il depotenziamento notturno può essere accettato solo se temporaneo. Non può essere una soluzione definitiva".

Sul piede di guerra anche cittadini e amministratori delle comunità di valle. Domani alle 18 è stato organizzato un presidio davanti all'ospedale di Cavalese.

Il nodo per i sindacati rimane la carenza di organico strutturale nella sanità. Sentiamo Ettore Tabarelli della Uil. (ascolta qui sotto)

Ascolta l'audio

Sanità, sindacati contro il ridimensionamento degli ospedali di valle
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento