Scuola&Cultura

I dettagli sono importanti è il titolo del nuovo libro di Enrico Grandesso, scrittore e studioso di letteratura. In questi dodici racconti italiani, i “dettagli” fanno anche la cifra della scrittura dell’autore perché dei vari personaggi sembra di sentirne, fra queste pagine, quasi la voce.

Educare insieme, insegnati e genitori, scuole e famiglie, costruendo alleanze e relazioni educative. E’ l’obiettivo del Forum delle associazioni familiari, che ha promosso l’altra sera a Trento presso il Collegio Arcivescovile una riflessione con la vicepresidente Maria Grazia Colombo.

Sarà la Valle di Fassa, e in particolare il territorio del Comune unificato di Sèn Jan, il protagonista delle Giornate Fai d’autunno 2018. Si tratta di una iniziativa nazionale del Fondo ambiente italiano con l’obiettivo di scoprire, grazie alla forza dei volontari, le bellezze d’Italia. L'itinerario, proposto per sabato 13 ottobre, prevede l’esplorazione di alcuni luoghi identitari della Valle di Fassa.

Un racconto scritto su un foglio di carta viene gettato nel cassonetto, ma parole scartate con una decisione affrettata vengono ripescate, considerate degne di trovare ospitalità in un'altra casa. Perché ciò che l'autore scrive non gli appartiene… Sono brevi intensi ritratti, pennellate leggere che rivelano profondità inusuali quelle che regala Giorgio Antoniacomi nella sua ultima produzione letteraria, "Marettimo e altri racconti".

Con una delle sue trovate, il poeta Renzo Francescotti ha segnato la riconoscenza per l’ottantesimo compleanno donando alla Fondazione Cassa Rurale di Trento la bellezza di 38 ritratti che gli hanno dedicato nel tempo altrettanti artisti trentini, per lo più amici e conoscenti perché da lui recensiti come critico d’arte.

Alla Notte dei Ricercatori 2018, presso il Muse di Trento, ha destato attenzione, tra gli altri, lo stand del Dipartimento di Lettere dell’Università di Trento, gestito da cinque studenti e coordinato dalla docente di Storia della Lingua Italiana, Serenella Baggio.

Lo Studio d'Arte Andromeda ha aperto con gran successo e affluenza il consueto Laboratorio di Disegno Umoristico per ragazzi.

Una storia di emigrazione, le fatiche dei giorni, la variegata famiglia patriarcale come era uso una volta; ma il contenuto diventa universale, valido per tutti, dalla microstoria alla Grande Storia, da un microcosmo di periferia al “mondo grande e terribile”.

"Siamo italiani di lingua e di abitudini, però facciamo parte dell'Impero austroungarico", rispose Maria. il racconto della Grande Guerra vissuta dagli abitanti di quel piccolo territorio di lingua italiana, l’attuale Trentino, che faceva parte del Tirolo del Sud e del Grande Impero e che doveva essere "redento"

Pagine datate? Neanche per sogno, sono di un’attualità sorprendente. E valgono soprattutto per un periodo come questo, estivo, tempo di vacanze e di ferie, dunque un tempo particolarmente adatto all’operoso riposo.

Un libro che ti fa attraversare i posti, quasi annusandoli e riconoscendoli da sud a nord, dal confine veronese, attraverso Rovereto e su, fino al Brennero, rievocando luoghi e temperie, persone e atmosfere.

Ti interessa imparare a gustare il presente? Leggere le ultime Paleonews, informarti sulle scoperte relative ai tumori pediatrici rari e capire come allenare una mente creativa? Questo è solo un assaggio di quanto offrirà la Notte dei Ricercatori 2018, prevista in contemporanea europea venerdì 28 settembre.

Le attività culturali e motorie del nuovo anno accademico dell’Università della terza età e del tempo disponibile (Utetd) sono state presentate al Teatro Sanbapolis a Trento.

C'erano anche molti bambini ma più numerosi e più commossi erano gli ex bambini degli anni Ottanta, domenica scorsa all'inaugurazione della mostra “Heidi. Un'icona pop della montagna”, allestita alla Casa degli Artisti “Giacomo Vittone” per i quarant’anni dall’uscita italiana della serie animata che consacrò il personaggio ideato nel 1880 da Johanna Spyri come icona pop mondiale. La mostra, curata da Roberta Bonazza, è aperta alla visita dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 (lunedì chiuso) fino al 21 ottobre con ingresso libero.

Una storia che attraversa l’intero Novecento, gli anni delle guerre, gli anni poi delle ricostruzioni, quando occorre ricominciare nel libro di Antonella Bragagna. Pure Guerra e Pane di Massimo Lazzeri ripercorre le vicende storiche del Novecento attraverso la storia di Gino, obiettore di coscienza ante litteram.

“Inclusione sociale e integrazione nella società”, questo il tema di un concorso indetto lo scorso anno scolastico dalla Fiera di Bolzano assieme alla sezione innovazione e consulenza del dipartimento istruzione in lingua tedesca dell’Alto Adige. Il primo premio, consegnato nei giorni scorsi, è andato ai ragazzi della scuola media di San Martino in Badia, per un un colorato progetto denominato “162 punti di vista”.

È giunta alle battute finali la prima edizione del Premio di poesia “Città di Trento - Oltre le mura”. La premiazione si terrà sabato 29 settembre alle 17 a Palazzo Geremia d0.

Riprendono i corsi dell’Università della Terza Età di Cavalese: la cerimonia d'apertura del nuovo anno accademico è prevista per lunedì 8 ottobre, mentre le lezioni avranno inizio mercoledì 10 alle 14.45 e termineranno il prossimo 1° aprile.

Novant’anni dopo, gli idrovolanti sono tornati sul lago. È stata ricordata, infatti, la ricorrenza dei 90 anni dalla visita di Gabriele D’Annunzio che, scortato dal suo idrovolante, raggiunse la valle lungo la strada del Ponale in una mattina del marzo 1928 per incaricarsi in prima persona di far brillare l’ultimo diaframma della galleria che avrebbe collegato il lago con la nuova Centrale Idroelettrica del Ponale, a Riva del Garda.

Alla vigilia della Mostra dell’editoria trentina, i responsabili delle 17 case aderenti all’associazione (ben 14 quelli presenti sotto il tendone di Piazza Fiera dal 19 al 23 settembre, orario 10-20) si “confessano” senza mezze verità, sicuri di trovare proprio nei lettori visitatori motivi di soddisfazione personale.