Scuola&Cultura

Quest'anno il concorso a premi per gli amanti della lettura lanciato dall'associazione “Il Gioco degli Specchi” si ispira al 25° anniversario della caduta del muro di Berlino.

Quali sono state le tappe principali dello sviluppo culturale - e di lì a poco turistico - che ha coinvolto le Dolomiti trentine e il territorio alpino dall’Ottocento in poi?

I nomi dei soldati caduti nelle due guerre mondiali figurano sulle lapidi cimiteriali e negli elenchi dei monumenti ai Caduti presenti pressoché in tutti i comuni del Trentino. Appare più difficile recuperare i nominativi delle persone che con un semplice “Ordine superiore” sono stati bruscamente internati Oltralpe nei campi di concentramento, considerati politicamente pericolosi. E' il caso di Spormaggiore.

La mostra “La Grande Guerra sul grande schermo”, organizzata dalla Fondazione Museo storico del Trentino aperta da lunedì 28 luglio alle Gallerie di Piedicastello a Trento, non è una mera rassegna di frammenti di film e documentari sulla Prima guerra mondiale.

In mostra a Sanzeno "Tesori dal passato. Arte e storia in dieci anni di acquisizioni": una esuberante campionatura del lavoro di incremento delle raccolte pubbliche condotto dalla Soprintendenza in dialogo con i privati.

Un calendario di eventi, quello inaugurato sabato scorso in San Barnaba a Bondo dal Comune in consolidata sinergia con lo Studio d'Arte Zanetti di Bagolino, che ha proposto da subito il “botto” con una proposta culturale d'eccellenza, la mostra-omaggio a Tonino Guerra, “Artista Totale”.

È possibile affrontare il massacro di Srebrenica semplicemente con lo strumento della narrazione e del romanzo? Lo fa con sorprendenti risvolti evocativi un giovane scrittore, Marco Magini, nel suo romanzo d’esordio.

Un colloquio con la superiora dell'Istituto diventa materia da ispettori ministeriali. Il vescovo Bressan: “La tendenza sessuale non si può giudicare. Ma un insegnante di scuola cattolica deve assumere il progetto portandolo avanti con la parola, la professionalità e la testimonianza di vita”

Un'insegnante del Sacro Cuore denuncia una discriminazione sessuale. E scoppia un caso nazionale. L'intervista alla superiora dell'Istituto, Madre Eugenia Llibratore.

Inaugurato lunedì alla presenza del ministro Franceschini, è un passo nella direzione dell’abbattimento dei simboli cari alle ideologie della supremazia e della divisione.

A Maso Spilzi fino al 7 settembre la mostra “A colpi di matita. La Grande Guerra nella caricatura”.

In dodici mesi presenze record: 530 mila. Festa per tutti dalle 16 alle 2. La scommessa (vinta) del direttore Lanzingher: "Costiamo 8 milioni, metà li generiamo noi"