Scuola&Cultura

Il Gruppo Amici dell'Arte dedica al settantesimo anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione della Repubblica italiana una mostra di opere di pittura, incisione e scultura con cui i propri soci ne hanno interpretato i vari articoli.

Quando la necessità stimola la creatività, si potrebbe dire per descrivere il Cartel Cubano, particolare tipologia di manifesto dal tema culturale, sociale e politico che ha caratterizzato la grafica di Cuba dalla rivoluzione del 1959 ad oggi. I risultati si possono ammirare anche a Trento fino al 24 febbraio 2019 a Palazzo delle Albere, grazie alla mostra “Cartel Cubano. 60 anni di grafica rivoluzionaria”.

Il film-documentario su Othmar Winkler presentato da don Marcello Farina. Il documentario sarà proiettato venerdì 30 novembre alle 17 nella Sala degli Affreschi della Biblioteca comunale di Trento, in via Roma 55, per iniziativa dell’associazione Italia-Austria.

Dal 5 dicembre 2018 al 7 gennaio 2019 il Museo Diocesano Tridentino ospita nelle sale del piano terra la mostra “Natale in bianco e nero. Dalla collezione di incisioni antiche del Museo”.

In occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, domenica 2 dicembre, il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di San Michele propone un pomeriggio all’insegna dell’inclusione con attività appositamente studiate per le persone con disabilità visive, uditive e motorie.

Ametista e Blanca. La prima deve l'originalità del suo nome alla zia Alba, maestra elementare fanatica di Storia naturale, che appena nata, vedendola, esclamò "assomiglia ad un colibrì!" per le scie di vari colori che il forcipe aveva lasciato sul suo corpo. Un romanzo dedicato al conflittuale rapporto tra madre e figlia.

Il titolo è forse un po’ pretenzioso, ma il libro Il Concilio ritrovato, se certo non ci consente di ritrovare nella sua interezza un periodo religioso, sociale e politico tanto complesso e tanto studiato, ci offre però una prospettiva singolare su quell’evento quanto singolare è lo spunto che ne è all’origine: l’acquisizione, da parte della Cassa Rurale di Trento, di un dipinto seicentesco raffigurante appunto una seduta del Concilio di Trento proveniente dal mercato antiquario viennese.

Nel fine settimana, la Comunità di Valle di Non e la Fondazione Museo storico propongono tre appuntamenti organizzati, in collaborazione con i Comuni, nell'ambito dell'iniziativa "Val di Non. Sguardi sulla Grande Guerra".

Nei primi anni Settanta la scuola media di Mori fu protagonista dei primi tentativi di innovazione dell’insegnamento. Lo racconta Mario Caroli in un libro edito da Erickson.

Museo Diocesano Tridentino e Camera di Commercio promuovono l’iniziativa culturale “Girolamo Roccabruna: un percorso tra Museo e Palazzo”, in programma venerdì 23 e sabato 24 novembre (partenza alle 16.30 dal Museo diocesano).

Si inaugura venerdì 23 novembre alle 18 presso lo Studio d’Arte Andromeda in via Malpaga a Trento la retrospettiva in ricordo del giovane artista trentino Daniele Signorini, in arte DNArt (1985-2017).

Pubblicato in quattro lingue – ladino, italiano, tedesco e inglese – dall’istituto culturale ladino Micura de Rü il libro musicale “Vieni a cantare!” (Jun a cianté!), di Andrè Comploi, contiene 25 canzoni non solamente trascritte, ma anche registrate in ognuna delle lingue presenti.

Si inaugura sabato 24 novembre alle 17.30 a Palazzo delle Albere a Trento la mostra "Cartel cubano, grafica rivoluzionaria", manifesti cubani selezionati .

Documentarsi, studiare, restituire quanto appreso ad altri loro “colleghi”. È sempre prezioso per il FAI il lavoro degli “Apprendisti Ciceroni”, i giovani protagonisti delle Mattinate che il Fondo ambiente italiano pensa per le scuole. Una esperienza di “educazione tra pari” e di cittadinanza attiva concreta che ogni anno coinvolge decine di studenti.

Nel periodo di Avvento e fino al 6 gennaio 2019 i soci dell’Associazione Anastasia, in collaborazione con l'Arcidiocesi di Trento, offrono la possibilità di visitare e scoprire i tesori della Cattedrale di Trento.

"Siamo italiani di lingua e di abitudini, però facciamo parte dell'Impero austroungarico", rispose Maria. A Emma sembrava una storia un po' complicata e quando a scuola vide la cartina geografica dell'Italia, una terra a forma di stivale, protesa nel mare azzurro, e seppe dal suo grande amico Pietro che suo zio Amadeo si riuniva di nascosto con altri che come lui volevano passare all'Italia, rimase colpita.

Il nuovo romanzo di Alessandro Tamburini ha il suo nucleo pulsante in una riflessione profonda sui rapporti umani quando in gioco è un sentimento d'amore messo alla prova da circostanze che potrebbero impedirne o renderne più faticosa una positiva evoluzione. L'autore racconta l'incontro tra un uomo e una donna imprigionati in sensi di colpa, responsabilità e doveri familiari...